Marsciano, nuovo look alle aule e laboratori potenziati per il polo scolastico

Marsciano, nuovo look alle aule e laboratori potenziati per il polo scolastico

Istituto scolastico “Salvatorelli – Moneta” guarda verso il futuro | Masciolini “Collaborazione tra scuola, famiglia e istituzioni diventi un modello”

Si è aperta con le note dell’Inno alla Gioia di Beethoven suonate dalla banda cittadina la giornata di festa del Polo scolastico di Marsciano “Salvatorelli – Moneta” che ha inaugurato aule ridipinte, compresi corridoi e biblioteca, un laboratorio di informatica rinnovato ed uno di meccanica arricchito di una macchina, un tornio a controllo numerico.

Una scuola che guarda verso il futuro, che mette al centro prima la persona e poi lo studente, aperta alla comunità territoriale in cui è inserita e che cerca sinergie con le istituzioni civili, politiche, religiose e con il mondo associativo, in un rinnovato patto di corresponsabilità con le famiglie”. Lo ha definito con queste parole, una emozionata ed appassionata dirigente scolastica Rita Albani che da poco più di un anno dirige con determinazione questa scuola, il percorso che ha intrapreso dal polo scolastico di Marsciano. E la festosa giornata di sabato ne è la conferma con la consegna dei diplomi “Colour Day” per la collaborazione e la partecipazione ai genitori, alunni, ex alunni, personale docente, Ata che tutti insieme hanno collaborato a rendere possibile questa rinascita.

A testimoniare questo nuovo avvio i rappresentanti delle istituzioni con il sindaco di Marsciano Alfio Todini, Federico Masciolini, consigliere provinciale di Perugia con delega all’edilizia scolastica, e il Consigliere regionale Gianfranco Chiacchieroni. Presenti anche il commissario straordinario dell’Istituto omnicomprensivo, Angelo Radicioni, che ha illustrato i laboratori dell’Istituto Professionale e Tecnico, il professor Giuseppe Pellicciari, che ha guidato la visita ai locali rinnovati del Liceo scientifico, e l’imprenditore Giampiero PersichettiLa collaborazione tra scuola, famiglia e istituzioni diventi un modello” ha auspicato Masciolini.

A conferma dell’apertura verso il mondo imprenditoriale dell’Istituito professionale anche la possibilità di effettuare delle piccole lavorazioni per le aziende che ne facciano richiesta e nel contempo formare gli studenti per avviarli concretamente verso il mondo del lavoro. Quindi uno scambio continuo e concreto con il mondo imprenditoriale.

Stampa