Leoncillo e De Gregorio, Fondazione Carispo apre le sue sale espositive

Leoncillo e De Gregorio, Fondazione Carispo apre le sue sale espositive

Dall’8 al 10 dicembre omaggio ai due grandi artisti spoletini con la possibilità di visitare le sale espositive che ospitano le loro opere

Nei giorni 8, 9, 10 Dicembre la Fondazione Carispo aprirà le sue sale espositive con un omaggio a due grandi artisti spoletini: Leoncillo e Giuseppe De Gregorio. Sarà quindi possibile vedere le opere di Leoncillo che fanno parte della collezione permanente della Fondazione e una selezione dei ventisette quadri di Giuseppe De Gregorio recentemente donati dalla figlia alla Fondazione stessa.

Leoncillo, nato a Spoleto nel 1915 e morto a Roma nel 1968, è uno degli scultori più grandi del dopoguerra italiano, riconosciuto anche a livello internazionale. Ha partecipato a numerose edizioni delle Biennali di Venezia, fra cui quella del 1954 dove gli fu dedicata una sala insieme a Lucio Fontana.

Giuseppe De Gregorio nato a Spoleto nel 1920 e deceduto nel 2007, fece parte ,negli anni ’50 ed inizio ’60 , del gruppo degli informali di Spoleto. Oltre a numerose mostre personali in Italia e nel mondo, ha esposto alla Biennale di Venezia e a varie edizioni della Quadriennale di Roma.


Le opere di De Gregorio alla Fondazione Carispo | Donazione da 170mila euro


L’amicizia di Leoncillo e di De Gregorio, insieme agli altri componenti del gruppo informale Marignoli, Raspi, Orsini, Rambaldi e Toscano, è una storia ricchissima fatta di mostre, discussioni, scambi di opinioni sull’arte, collaborazione e calda e divertita convivialità durata per anni. Quelli fecondi e proficui che inserirono a pieno titolo la “periferica” Spoleto nella storia dell’arte del ‘900.

Stampa