Foligno ‘centro del mondo’ con il Giro d’Italia

Foligno ‘centro del mondo’ con il Giro d’Italia

La città della Quintana ospita la maglia rosa Quintana | Ecco le foto | Le dichiarazioni dei sindaci di Foligno e Montefalco | Boom di presenze

Foligno ha ospitato per la terza volta in quattro anni il Giro d’Italia: un tris che permette alla città della Quintana di entrare nel record del ciclismo nazionale ed internazionale. Per accogliere la carovana rosa, sono state sfoggiate le migliori eccellenze sportive, culturali, artistiche ed enograstronomiche.

Una festa che ha coinvolto ed emozionato l’intero territorio con una partecipazione di cittadini di tutte le età. Una vetrina mediatica di livello mondiale per Foligno e le sue terre, per dimostrare che il terremoto non ha distrutto nulla, che la città ed il suo territorio sono più belli che mai.

E tutti hanno voluto partecipare, scendendo in strada per incitare i campioni del ciclismo, addobbando case e negozi, oganizzando piccolo e grandi eventi, scattando foto, condividendo immagini ed emozioni. C’è stata qualche critica vero, ma quella c’è sempre, ma lo stroardinario successo dell’evento ha ripagato ogni sforzo ed ogni critica.

Le dichiarazioni del sindaco di Foligno, Nando Mismetti

“Voglio fare pubblicamente i miei ringraziamenti a tutti, a nome dell’amministrazione comunale,  e miei in particolare, agli organizzatori del Giro d’Italia che ci hanno assicurato la presenza nella nostra città – dichiara il sindaco di Foligno, Nando Mismetti – e devo dire che, tre anni negli ultimi quattro anni, sono un record unico in tutta Italia. Un biglietto da visita veramente eccezionale ed unico. Ringrazio il sindaco di Montefalco Donatella Tesei – aggiunge il primo cittadino folignate – perchè insieme abbiamo collaborato tanto per questo risultato straordinario. Abbiamo vinto anche la sfida del maltempo, che ha lasciato in pace, finalmente, questa zona dell’Umbria. E’ un’occasione unica non solo per i valori che con se porta il Giro dell’Italia – aggiunge – un evento che ha accompagnato la vita stessa del Paese, ma soprattutto per noi, è un messaggio all’Italia intera, ed al mondo. Un messaggio per dire, che dopo il terremoto del 2016 i nostri territori sono stati colpiti, se pur non direttamente dallo sciame sismico, ma abbiamo subito effetti negativi sulla filiera del turismo. Ecco, in questa giornata l’Italia ed il resto del mondo che ci guarda – sottolinea Mismetti – vedrà che le nostre terre sono belle, tranquille, serene, e siamo pronti ad ospitare tutti nelle nostre città, per vedere e vivere insieme a noi queste straordinarie bellezze”.

Le dichiarazioni del sindaco di Montefalco, Donatella Tesei

“La nostra città è completamente addobbata in rosa e siamo orgogliosi di aver potuto coronare questo sogno – dichiara Donatella Tesei, sindaco di Montefalco – porto anche i saluti del Consorzio Vini di Montefalco, che festeggia così, nel migliore dei modi, il suo venticinquesimo anniversario. Ricordo che il Sagrantino e le terre del Sagrantino sono ormai conosciute in tutto il mondo. I turisti devono tornare in Umbria, in questa parte dell’Umbria in particolar modo, perchè è vivibile, accogliente – conclude il primo cittadino montefalchese – e questo Giro d’Italia, con la cronometro del Sagrantino, lo dimostrerà con ancora più forza”.