Cannara, il sindaco Fabrizio Gareggia: “Con me entrano in Comune anche i cittadini: Irre, scuole e strade, ma anche stadio le nostre priorità”

Cannara, il sindaco Fabrizio Gareggia: “Con me entrano in Comune anche i cittadini: Irre, scuole e strade, ma anche stadio le nostre priorità”

La soddisfazione dell’ex primo cittadino tornato in sella: “Cannara ha dato il segnale di riscossa che speravamo: per me è anche una ricompensa personale”

Tornato sindaco dopo il commissariamento del maggio 2017 dovuto alla contrarietà del Pd in materia di bilancio, Fabrizio Gareggia è felicissimo: “Secondo me – spiega a Tuttoggi.info – questa è stata la riscossa del Paese, ha voluto cambiare e non vedere il ritorno dei soliti noti: dietro Biagio Properzi e La nostra Cannara c’era Donatella Porzi, Fabiano Ortolani di Siamo Cannara faceva parte della nomenklatura del vecchio Pci. I cittadini sapevano che i personaggi che hanno amministrato negli ultimi quaranta anni Cannara e che si sono ripresentati nelle liste di Properzi e Ortolani non avrebbero potuto fare nulla di ciò che promettono, perché nulla hanno fatto quando hanno amministrato”.

Ma quella di Gareggia è anche una risposta indiretta a Biagio Properzi che, nel commento a caldo alla sconfitta elettorale aveva lanciato un j’accuse preciso: “Temi come ambientalismo e sostenibilità e buon senso giornaliero – le parole di Properzi – non sono passati su un paese arretrato sia economicamente che socialmente”.

Il neo-sindaco, che si descrive come “felicissimo ed entusiasta. È il segnale che volevo dal paese e per me è una ricompensa personale per il disastroso trattamento del maggio 2017. Passata la festa, stiamo già lavorando alla giunta e tra i primi atti, come annunciato, ci sarà la trasformazione degli Irre (Istituti riuniti di ricovero ed educazione ndr) in fondazione. Con me in comune entrano tutti i cittadini, anche quelli che non mi hanno eletto: le priorità del paese sono chiare: il nostro progetto è quello di portare al governo del paese i cittadini, proponendo progetti concreti e realizzabili e ripartendo da ciò che serve veramente alle persone: strade percorribili, un paese pulito, scuole sicure e servizi pubblici efficienti.

Oltre agli Irre, strade, scuole e servizi pubblici, non mancherà attenzione alle due eccellenze alimentari cittadine, ossia cipolla e vernaccia? “Durante il nostro mandato abbiamo quasi completato l’iter per l’ottenimento dell’IGP per la cipolla di Cannara. In questo – ricordava l’allora candidato in fase elettorale – abbiamo collaborato proficuamente con tutti i produttori della zona e con la Regione, redigendo il disciplinare di produzione e disegnando l’areale di produzione. Il prossimo passaggio è la realizzazione di un centro di trasformazione che consenta di incrementare l’utile dei produttori rispetto alla vendita del prodotto tal quale. Per la Vernaccia il processo per la DOC è più complesso, ma abbiamo sottoscritto una convenzione con l’Università di Perugia per il riconoscimento dell’Uva Cornetta”. Oggi, infine, c’è anche una promessa ai tifosi del Cannara: “La società ha annunciato la richiesta di ripescaggio per la serie D e lo stadio dovrà essere all’altezza del grande cuore della squadra e della società”.

Da Ortolani e Siamo Cannara, invece, il buon lavoro a Gareggia e il ringraziamento “ai candidati e ai cittadini che ci hanno sostenuto riponendo fiducia in questo nuovo progetto di governo alla città, malgrado i pretestuosi attacchi personali ai componenti della lista. La nostra – anticipano i due consiglieri – sarà un’opposizione severa, rigorosa, aperta al confronto e con al centro l’interesse dei cittadini”.

Stampa