Riciclo, bambini a lezione di produzione ecologica di plastica

Riciclo, bambini a lezione di produzione ecologica di plastica

Gli studenti delle primarie di Montefranco, Arrone e Ferentillo a lezione di riciclo con il professor Carlo Santulli

Il riciclo è di rigore. Sempre. Anche per i più piccoli. Perché la scuola deve educare pure a questo. Mostrando che tutto si può riciclare, dopo aver imparato a differenziare i rifiuti. Così, nei giorni scorsi, le scuole Primarie di Montefranco, Arrone e Ferentillo hanno fatto esperienza concreta di riciclo, sulla produzione ecologica di bioplastiche con una guida di eccezione: il professor Carlo Santulli, docente di Design alla facoltà di architettura dell’università di Camerino. Il cattedratico, poliglotta e con una significativa carriera accademica alle spalle (La Sapienza e diverse università europee), ha mostrato come si possa produrre una plastica biologica senza usare il petrolio, ma riciclando prodotti come la canapa, le fibre tessili e perfino i fondi del caffè. Il professore, in sostanza, ha illustrato in maniera adatta ai piccoli alunni, il progetto che lui, sta portando avanti insieme alla cattedra di scienza dei materiali dell’ateneo marchigiano, sottolineando pure come le forme migliori degli oggetti da realizzare siano quelle della natura.

I piccoli alunni delle classi terze, quarte e quinte, guidati dalle loro insegnanti, hanno mostrato molta curiosità nel vedere le slide che mostravano le varie fasi di lavorazione e hanno rivolto diverse domande  al professor Santulli, il quale ha dichiarato che l’esperienza con le scuole primarie della Valnerina ternana sia stata un vero piacere. Da sottolineare che l’illustre docente ha effettuato le sue lezioni a titolo completamente gratuito, sicuro del fatto che il rispetto dell’ambiente e la prevenzione dell’inquinamento si possa apprendere fin dai banchi di scuola.