‘Zangarelli’, presentata in Regione 21^ edizione | 58 scuole per oltre 3000 esibizioni

‘Zangarelli’, presentata in Regione 21^ edizione | 58 scuole per oltre 3000 esibizioni

Dall’8 al 10 maggio la scuola “Alighieri-Pascoli” e Città di Castello tornano ad ospitare la prestigiosa manifestazione musicale nazionale | Ecco il programma

share

Ben 58 scuole partecipanti, dal Piemonte alla Sicilia, 32 orchestre e 5 cori, per un totale di oltre 3000 esecuzioni tra solisti e gruppi musicali, che saranno giudicati da 72 commissari. Sono questi alcuni degli straordinari numeri della 21^ edizione del Concorso Musicale Nazionale “Zangarelli” di Città di Castello, manifestazione riservata agli studenti delle Scuole secondarie di primo grado ad indirizzo musicale e ai Licei musicali, promossa e organizzata dalla Scuola Secondaria di I grado “Alighieri-Pascoli”.

La prestigiosa tre giorni, che si terrà da mercoledì 8 a venerdì 10 maggio, è stata presentata questa mattina (lunedì 29 aprile), nella sala Fiume di Palazzo Donini a Perugia, alla presenza del dirigente scolastico dell’Alighieri-Pascoli Filippo Pettinari, dell’assessore regionale alla Cultura Fernanda Cecchini, del vicesindaco e assessore alla Cultura di Città di Castello Michele Bettarelli, del direttore organizzativo Leonora Baldelli, dell’insegnante Stefano Susini e dell’ex preside della scuola Roberto Cuccolini.

Un così alto numero di scuole partecipanti al Concorso – ha esordito il dirigente scolastico Pettinaridimostra che in Italia c’è un grande fermento intorno alla cultura musicale. Lo stesso Miur, negli ultimi anni, ha promosso lo sviluppo delle attività musicali nelle scuole con una serie di interventi. Noi come Alighieri-Pascoli, che siamo anche diventati Polo regionale per la promozione della musica, speriamo che questa partecipazione metta in moto un processo virtuoso anche al di fuori delle scuole. L’importanza del nostro Concorso, che vedrà anche la presenza della referente nazionale del Miur per le scuole a indirizzo musicale Annalisa Spadolini, sta anche nel riscontro economico che esso comporta, con strutture ricettive già prenotate e piene da gennaio. Inoltre permette a ragazzi e famiglie di tutta Italia di conoscere la nostra bella città”.

Il direttore organizzativo Leonora Baldelli ha invece sottolineato la “sinergia con l’amministrazione comunale, la Regione Umbria, che quest’anno ci onora del patrocinio, e l’importante collaborazione con il Conservatorio “Morlacchi” di Perugia che ci mette a disposizione numerosi docenti per le commissioni e i migliori allievi, che si esibiranno nel concerto inaugurale”. “Molte scuole – ha aggiunto – utilizzano questo viaggio anche come occasione per conoscere il nostro territorio. E noi andiamo incontro a questa esigenza per accoglierli al meglio: abbiamo infatti attivato dei servizi con mappa interattiva (sul sito della scuola) e percorsi storico-artistici-culturali all’interno della città con le guide per un giorno, per far scoprire ai nostri ospiti gli angoli più nascosti della città. Tutto questo avverrà con la collaborazione della Compagnia Balestrieri di Citta di Castello, che ricreeranno situazioni e ambientazioni storiche con costumi medievali. A grande richiesta poi, non mancheranno le isole sonanti (8 maggio) e il tradizionale appuntamento enogastronomico (10 maggio) con degustazioni di prodotti tipici aperte a tutti”.

L’assessore regionale Cecchini, riferendosi allo Zangarelli, ha parlato di “scommessa vinta nata ventidue anni fa. Ora il Concorso è strutturato e radicato, con una dimensione che non ha eguali in Italia, anche per il fatto che viene organizzata da una scuola e non da esterni. Va lodata in primis la disponibilità e generosità degli insegnanti e di tutti i collaboratori che ne hanno costruito il successo. La manifestazione è importante da punto di vista culturale ma soprattutto perché dà la possibilità di visitare tutto quello che la città e l’Umbria hanno da offrire”. Bettarelli ha aggiunto cheCittà di Castello è orgogliosa della manifestazione, sempre in crescita e così attrattiva per le scuole. Mi complimento soprattutto per l’iniziativa ‘guide per un giorno’: non c’è modo migliore di fa conoscere la nostra bella città”.

L’ex dirigente scolastico Cuccolini, tornato anche sulla recente inaugurazione dell’aula dedicata alle percussioni, i cui strumenti sono stadi donati dalla Fondazione Geld, ha sottolineato “l’aspetto didattico del Concorso: l’Ailghieri-Pascoli ha scelto di puntare sulla musica perché questa insegna a lavorare insieme. Ognuno fa la sua parte, in cui non conta il singolo ma il gruppo”. Il professor Susini, infine, oltre a sottolineare un impegno “annuale” per curare ogni dettaglio, ha ricordato anche la forte collaborazione con le strutture ricettive del territorio, che nei giorni della manifestazione non esitano a proporre convenzioni per non “disperdere” troppo gli ospiti delle varie scuole.

Programma

Quest’anno la Scuola Media “Alighieri Pascoli” sarà la location dei primi due giorni del Concorso, che vedranno impegnati i Licei Musicali (mercoledì 8 maggio) e successivamente le Scuole Medie a Indirizzo Musicale (giovedì 9). La Chiesa di San Domenico sarà invece sede di tutte le prove di orchestre e cori e, venerdì 10, qui si concluderà la manifestazione con le esibizioni delle orchestre e la cerimonia di premiazione finale alla presenza di autorità e sponsor.

Come antipasto della tre giorni di Concorso, quest’anno, sabato 4 maggio, alle 18, nella Sala degli Specchi di Palazzo Bufalini, ci sarà il Concerto di Gala che vedrà esibirsi, per la prima volta, tutti i docenti di strumento della Alighieri-Pascoli, in omaggio a tutti gli sponsor che contribuiscono alla riuscita della manifestazione. La replica di questo appuntamento sarà a San Domenico venerdì 10 aprile alle ore 18.

Il tradizionale concerto inaugurale, mercoledì 8 maggio, avrà luogo al Teatro degli Illuminati e vedrà protagonista l’ “Orchestra di fiati dell’Alta Umbria e del Conservatorio di Perugia”, 50 elementi diretti dal M° Nolito Bambini in un programma ricco di sonorità coinvolgenti. La seconda serata prevede invece musica per percussioni, proprio sulla linea dei nuovi corsi attivati all’interno della Scuola grazie alla Fondazione Geld. Il trio “Groove Tribù” composto da Riccardo Bigotti, Mauro Giorgeschi e Matteo Marini trascinerà il pubblico in una spettacolare serata dai ritmi etnici e groove giovedì 9 (ore 21.15) nella Sala Convegni della FAT (Fattoria Autonoma Tabacchi) in via Oberdan 12.

Come anticipato dal direttore organizzativo torneranno, mercoledì 8 maggio, le “isole sonanti”, postazioni musicali sparse per il centro storico (precisamente nell’atrio comunale e in Piazza Fanti) che allieteranno i passanti e le “guide per un giorno”, con gli insegnanti e gli allievi dell’”Alighieri-Pascoli” in veste di “ciceroni”, che faranno scoprire alle scolaresche di tutta Italia i luoghi più importanti della città. Infine, visto che Città di Castello è nota anche per le eccellenze gastronomiche, il 10 maggio verrà allestita una magnifica degustazione gratuita di prodotti locali nell’Atrio del Palazzo Comunale. L’accoglienza generale sarà curata dagli studenti dell’istituto “Cavallotti” mentre la parte enogastronomica sarà seguita da quelli dell’istituto “Bufalini”.

share

Commenti

Stampa