Vigili del fuoco Norcia, allarme Uil “Chiude distaccamento”

Vigili del fuoco Norcia, allarme Uil “Chiude distaccamento”

Il sindacato: “Con la chiusura del Distaccamento Norcia si espone tutta la popolazione al rischio di rimanere senza soccorsi tempestivi nell’eventualità che si possa verificare anche una semplice emergenza abitativa”

share

Sulla carta a Norcia c’è un distaccamento permanente dei vigili del fuoco. In realtà, però, finora non è stato mai assegnato il personale necessario e ad aiutare i pompieri “fissi” sono sempre stati i volontari, il gruppo cioè che era presente nella città di San Benedetto prima del terremoto. E fra un mese a Norcia rischiano di tornare a rimanere soltanto i vigili del fuoco volontari.

A lanciare l’allarme è la Uilpa Vigili del fuoco, che già nei mesi scorsi era intervenuta più volte sulla problematica. Lasciata irrisolta da due sottosegretari, prima Bocci (Pd), poi Candiani (Lega) ed ora dal Governo attuale. Mentre anche i politici regionali – attuale e futura – sembra disinteressarsi del tema.


Distaccamento vigili del fuoco Norcia, tutti gli articoli


Il segretario regionale della Uilpa Vvf Giuseppe Ferraro e quello provinciale Filippo Ferdinandi ricordano come nel 2017 l’allora ministro Minniti aveva, con un suo decreto, all’indomani del terremoto, istituito formalmente il distaccamento permanente dei vigili del fuoco di Norcia. “Inizialmente per far fronte all’emergenza, – ricorda il sindacato – fu istituito con una componete volontaria in attesa di ulteriori assegnazioni di Vigili del fuoco permanenti, oggi dopo quasi tre anni di impegni disattesi siamo purtroppo al triste epilogo. Infatti, rispetto alle 30 unità operative di Vigili del fuoco che erano state previste al momento della istituzione, tra qualche settimana non solo non arriverà nessun vigile del fuoco in più; ma addirittura gli attuali 9 Vigili del fuoco rischiano di lasciare definitivamente Norcia ed il distaccamento può subire la chiusura definitiva già dal prossimo 18 novembre”.

“Come Sindacato Uil – incalzano Ferraro e Ferdinandi – sono mesi che fortemente e purtroppo inutilmente si richiama l’attenzione sulla situazione del distaccamento di Norcia, non ultimo l’allarme lanciato a gennaio scorso, quando il Capo del corpo Ing, Dattilo non aveva preso un impegno preciso per l’integrazione dell’organico e i vari esponenti politici si erano limitati alle solite dichiarazioni di circostanza”.


Vigili del fuoco Norcia, irrisolta la questione del Distaccamento permanente | Il cerino in mano al Comune?


“Oggi, la nostra organizzazione sindacale – dicono ancora dalla Uil – fa appello al popolo della Valnerina ed ai suoi Amministratori locali; non possiamo lasciare Norcia senza Vigili del fuoco, con il risultato che sia il distaccamento di Spoleto l’unico presidio a vigilare su tutto il territorio! Facciamo appello anche ai candidati alla carica di Presidente della Giunta Regionale: difendete i Vigili del fuoco, difendete il popolo e il territorio della Valnerina. Con la chiusura del Distaccamento Norcia si espone tutta la popolazione al rischio di rimanere senza soccorsi tempestivi nell’eventualità che si possa verificare anche una semplice emergenza abitativa. Come Uil siamo pronti a mobilitarci con tutti gli strumenti di cui disponiamo e ci auguriamo di trovare al nostro fianco tutta la popolazione che in questi mesi ha sofferto e vissuto con noi. Purtroppo quando la politica non decide e i soggetti preposti non si assumono le proprie responsabilità… ecco i risultati”.

(foto di repertorio)

share

Commenti

Stampa