Un post del vicesindaco scatena la polemica, botta e risposta Pasquarelli-Caparvi - Tuttoggi

Un post del vicesindaco scatena la polemica, botta e risposta Pasquarelli-Caparvi

Davide Baccarini

Un post del vicesindaco scatena la polemica, botta e risposta Pasquarelli-Caparvi

Dom, 25/10/2020 - 13:30

Condividi su:


Un post del vicesindaco scatena la polemica, botta e risposta Pasquarelli-Caparvi

“Da oggi in poi sceglierò i negozi dove fare acquisti in base ai post che pubblicano i titolari!”.

Ha scatenato non poche polemiche questo post del vicesindaco di Gualdo Tadino Fabio Pasquarelli, pubblicato ieri (sabato 24 ottobre) sul proprio profilo Facebook.

Una dura risposta, sempre dai social, è arrivata dalla pagina del deputato della Lega Virginio Caparvi, che in queste parole ha visto una vera e propria “discriminazione verso quei commercianti che manifestano idee a lui non gradite. Come può un rappresentante delle istituzioni alludere all’uso di forme vendicative sulla base delle idee (politiche?) di un cittadino? Peraltro in un momento storico in cui il commercio è il primo settore a pagare il prezzo di una crisi epocale e in una zona economicamente depressa come la fascia appenninica.

Caparvi aggiunge che il post di Pasquarelli è “una follia per cui dovrebbe chiedere scusa e che magari lo dovrebbe portare a riflettere sulle reali capacità di ricoprire ruoli che sono anzitutto di garanzia e di equilibrio, non di certo una patente per poter giudicare”.

Non nascondo di essere rimasto sorpreso – ha subito replicato Pasquarellidal fatto che un Deputato della Repubblica Italiana abbia dovuto interrompere il suo intenso lavoro romano per interessarsi di un modesto Vicesindaco di provincia, che in un post privato ha messo in evidenza come i social influenzano le scelte personali anche quando si tratta di decidere dove fare acquisti“.

Chiaro è che dietro l’intervento del politico professionista c’è il rappresentante locale della Lega, che non vedeva l’ora di attaccare in maniera diretta un avversario politico alzando un polverone sul nulla, forse perché non ha trovato terreno fertile per attaccarmi sull’operato Amministrativo

Io credo invece che i rappresentanti leghisti gualdesi – aggiunge il vicesindaco – dovrebbero ricordarsi che la Lega è alla guida della nostra regione da un anno, e chiedere alla Giunta Regionale cosa vuole fare per Gualdo, per l’ex Calai e per le questioni Rocchetta ed ex Merloni. Il nostro è un territorio abbandonato anche dai rappresentanti romani, che si ricordano di esso solo quando devono fare i professori e bacchettare noi comuni mortali“.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!