Torre civica di Città di Castello: "situazione non chiara. Accertare le responsabilità" - Tuttoggi

Torre civica di Città di Castello: “situazione non chiara. Accertare le responsabilità”

Redazione

Torre civica di Città di Castello: “situazione non chiara. Accertare le responsabilità”

Mar, 16/10/2012 - 18:21

Condividi su:


Oliviero Dottorini, capogruppo dell'Italia dei Valori in Consiglio regionale, commentando la risposta della Giunta regionale sui problemi di staticità della Torre civica di Città di Castello ritiene che sul problema rimangano alcuni dubbi. A suo giudizio bisognerebbe nominare una commissione regionale che “valuti attentamente e in maniera terza la reale pendenza della Torre civica ed eventuali problemi di staticità strutturale”.
“Pur prendendo atto delle rassicurazioni che oggi ci ha fornito la Giunta regionale, sullo stato dei lavori, sulla agibilità e staticità della Torre civica di Città di Castello permangono troppi dubbi. In particolare non sembra trovare smentita la notizia dell'ulteriore inclinazione e, soprattutto non, si riescono ad ottenere informazioni precise riguardo alle eventuali responsabilità di questa situazione che sta producendo un danno economico e d'immagine alla comunità locale e regionale”. Così Oliviero Dottorini, commenta il question-time che si è svolto questa mattina a Palazzo Cesaroni sullo stato dei lavori e sulla sicurezza del monumento tifernate.
“L'investimento economico che la Regione sostiene – continua Dottorini – è molto alto, solo l'ultimo in ordine di tempo è pari a 500mila euro. Per questo risulta incomprensibile come nessun amministratore si sia sentito in obbligo di accertare eventuali responsabilità riguardo a questa situazione che grava in modo non trascurabile sulle casse della collettività e sull'agibilità di uno dei monumenti simbolo di Città di Castello. Chiediamo che i cittadini possano sapere se le cause che hanno determinato un peggioramento nelle condizioni della Torre civica siano da imputare a fattori naturali o piuttosto ai lavori di sistemazione e ristrutturazione. Se realmente si fossero riscontrati dei peggioramenti nell'inclinazione del monumento, sarebbe opportuna una valutazione approfondita della situazione che non può essere lasciata nelle mani della sola amministrazione comunale di Città di Castello che non appare nelle condizioni di riuscire a risolvere il problema. Per questo chiediamo che sia istituita una commissione regionale che valuti attentamente e in maniera terza la reale pendenza della Torre civica ed eventuali problemi di staticità strutturale, relazionando in modo dettagliato al Consiglio regionale sulle cause e sulle reali responsabilità di quanto sembra stia avvenendo”.
“Oggi la Giunta regionale conferma che i lavori stanno procedendo secondo la tabella di marcia – conclude Dottorini -, riteniamo però doverosa un'azione di tutela dell'immagine e delle finanze della città che porti a individuare eventuali responsabilità progettuali o nella realizzazione dei lavori. I tifernati hanno il diritto di sapere cosa sta succedendo e di poter tornare a godere di un monumento che fa parte della storia di Città di Castello e che deve essere messo a disposizione delle sue potenzialità turistiche e culturali”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!