Terrorismo islamico, perquisizioni a Perugia | Indagini negli ambienti della comunità di Ponte Felcino

Terrorismo islamico, perquisizioni a Perugia | Indagini negli ambienti della comunità di Ponte Felcino

Gli agenti della Digos hanno sequestrato materiale informatico a due stranieri


share

Associazione con finalità di terrorismo e apologia del delitto di terrorismo“: sono questi i reati contestati dalla polizia di Perugia a due cittadini di origine straniera, entrambi legati, in base all’accusa, ad atti di eversione di matrice islamica. Le loro due abitazioni, così come i loro computer e altri supporti informatici di loro proprietà, sono stati infatti perquisiti e sequestrati in queste ore dagli investigatori della DIGOS della Questura del capoluogo umbro, con l’aiuto dei tecnici informatici del Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Perugia, su delega della Procura della Repubblica – D.D.A. di Perugia. 

L’attività di indagine della polizia è stata svolta nell’ambito del monitoraggio degli ambienti del radicalismo islamico del capoluogo umbro e, in particolare, del centro islamico di Ponte FelcinoTutto il materiale informatico sequestrato dagli agenti e ritenuto fondamentale per le indagini è ora tutto al vaglio degli specialisti.

©Riproduzione riservata

share

Commenti

Stampa