Terni, approvato schema bilancio consolidato - Tuttoggi

Terni, approvato schema bilancio consolidato

Redazione

Terni, approvato schema bilancio consolidato

Lun, 22/11/2021 - 18:32

Condividi su:


Un dato contabile significativo riguarda la diminuzione del valore dell’indebitamento del gruppo amministrazione pubblica del Comune di Terni

Nella seduta di questo pomeriggio il consiglio comunale ha approvato, con 20 voti a favore, 3 astenuti e  9 contrari, lo schema di bilancio consolidato per l’esercizio 2020, corredato dalla relazione sulla gestione e dalla nota integrativa.

Il documento sul bilancio

Il documento contabile illustrato dall’assessore al Bilancio Orlando Masselli ricostruisce in maniera consuntiva, attraverso l’aggregazione dei bilanci di esercizio delle partecipate dell’amministrazione pubblica opportunamente elisi per le operazioni che intercorrono tra le società stesse, la situazione patrimoniale e finanziaria del gruppo di enti e società che fanno capo al Comune, incluso il risultato economico. Si tratta dunque di uno strumento fondamentale di programmazione, gestione e controllo la cui finalità è la verifica del lavoro svolto e la valutazione in prospettiva delle attività del gruppo di amministrazione pubblica Comune di Terni, sulla base della completa conoscenza della composizione delle attività e passività espresse in termini di costi e ricavi.

Il perimetro di consolidamento

Una significativa novità del bilancio consolidato 2020 riguarda il perimetro di consolidamento, ovvero l’insieme dei soggetti economici che costituiscono il gruppo del Comune di Terni. Dall’area di consolidamento, infatti, sono state escluse la Fondazione Teatro Stabile dell’Umbria, il Consorzio Villa Umbra e la società Umbria Distribuzione Gas. Le prime due partecipate sono uscite dal perimetro per irrilevanza determinata dal calcolo effettuato sulla base dei bilanci 2020, mentre Umbria Distribuzione Gas è stata esclusa per procedure contabili.

Nel 2020 il bilancio è di 4milioni

Il bilancio consolidato del gruppo Comune di Terni, redatto secondo i principi e le norme della contabilità armonizzata, riporta per l’annualità 2020 un risultato d’esercizio di €4.021.411,78, registrando un forte decremento rispetto al 2019 quando ammontava a € 22.957.557,27. La flessione è prevalentemente imputabile a due fattori: il generale rallentamento delle vendite, quindi dei ricavi, e la componente negativa derivante dal lavoro di ripulitura fatto dal Comune sui residui attivi riguardanti le partite precedenti al dissesto, crediti che sono stati cancellati.

Componenti positivi della gestione

Nel dettaglio, i componenti positivi della gestione conseguiti nel 2020 per € 228.402.939,81 sono diminuiti rispetto al 2019, quando ammontavano a € 249.734.052,47. Il calo riguarda i proventi da tributi (da € 60.168.686,23 nel 2019 a € 55.627.949,65 nel 2020), i ricavi delle vendite e prestazioni e proventi da servizi pubblici (da € 128.943.913,46 a €116.795.498,51) e la voce Altri ricavi e proventi diversi (da €26.528.776,49 a €14.262.082,34).

Componenti negativi della gestione

Tra i componenti negativi della gestione si evidenzia che l’incidenza delle spese di personale rimane al 25,9%, quindi pressoché invariata rispetto al 2019 e comunque sotto la soglia del 30%, e si rileva la diminuzione per € 9.054.522,30 del costo relativo alle prestazioni di servizi e della voce contabile oneri diversi di gestione che da un ammontare di € 10.656.883,05 nel 2019, passa nel 2020 a € 4.523.364,83.

La gestione straordinaria

Per ciò che attiene alla gestione straordinaria si registra una diminuzione del totale dei proventi e degli oneri straordinari con un valore negativo pari a € 15.560.068,42, a differenza del 2019 quando si rilevava il valore positivo di € 1.950.712,81. Il valore contabile 2019 deriva, in particolare per il Comune di Terni, dalla cancellazione di debiti e crediti insussistenti già contabilizzati negli esercizi precedenti, a seguito del riaccertamento dei residui attivi e passivi e altre operazioni riferite al trasferimento delle competenze all’Organo Straordinario di Liquidazione.

Il patrimonio attivo immobilizzato

Inoltre, il patrimonio attivo immobilizzato, che nel 2019 ammontava a € 620.380.762,23, nel 2020 diventa pari a € 571.592.339,35, mentre l’attivo circolante, per effetto delle operazioni di consolidamento, vede una diminuzione dei crediti di € 29.200.161,14 rispetto al 2019, quando il valore era pari a €149.222.406,41. Particolarmente rilevante la diminuzione del valore della posta di bilancio dei crediti verso clienti e utenti che nel 2020 presenta un importo di € 59.507.696,18, mentre nel 2019 ammontava a € 85.345.107,71.

Diminuzione del valore dell’indebitamento

Un altro dato contabile significativo riguarda la diminuzione del valore dell’indebitamento del gruppo amministrazione pubblica del Comune di Terni il cui coefficiente diminuisce dall’1.58 del 2019 all’1.29 del 2020, confermando il trend in discesa rilevato lo scorso anno.
Si registra, inoltre, un miglioramento del patrimonio netto che passa da € 248.132.184, 60 nel 2019 a € 257.005.865,93 nel 2020 grazie all’eliminazione dei valori negativi e all’aumento delle riserve patrimoniali indisponibili anche delle società partecipate il cui utile non è stato distribuito ma accantonato a riserva, tra queste in particolare Farmacia Terni Srl.
 

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!