Terni, approvato consuntivo bilancio 2013 / Conti positivi per il comune +4milioni euro - Tuttoggi

Terni, approvato consuntivo bilancio 2013 / Conti positivi per il comune +4milioni euro

Redazione

Terni, approvato consuntivo bilancio 2013 / Conti positivi per il comune +4milioni euro

Mer, 23/04/2014 - 19:30

Condividi su:


La giunta comunale ha approvato il conto consuntivo 2013 e i regolamenti tributari per il 2014, atti che dovranno essere approvati in via definitiva dal consiglio comunale.
Il consuntivo 2013 riferito ad un bilancio di previsione approvato il 1° ottobre dello scorso anno, evidenzia una chiusura in equilibrio con una parte corrente pari a 96.539.883 euro. Il consuntivo segnala inoltre un avanzo di amministrazione vincolato di 4.072.944 euro e un fondo svalutazione crediti pari a 4.086.962 che salirà ad oltre 6ml nel 2014. Relativamente ai residui si è proceduto all'opera di cancellazione per un importo di euro di 6.184.203 di quelli passivi e di 7.227.563 di quelli attivi, con questa azione i residui attivi cancellati dall’inizio del mandato, perché ritenuti non più esigibili, salgono ad un importo complessivo di 25 ml di euro. Inoltre l’esercizio 2013 chiude con un rispetto del patto di stabilità con un margine positivo del saldo finanziario di 3.518.000 rispetto all’obiettivo assegnato al Comune di Terni.
Nella stessa seduta la giunta ha varato le aliquote e i regolamenti tributari riferiti alla Iuc. Per l’Imu si prevede la conferma delle aliquote e delle agevolazioni già applicate nel 2013 con l’eccezione dell’aliquota per i canoni concordati che scende dal 6,5 per mille al 6 per mille, quindi con la riduzione di mezzo punto percentuale.
E’ stata altresì confermata l’invarianza della tariffa rifiuti; nonostante gli aumenti dei costi di gestione l’amministrazione comunale di intesa con l’Asm ha deciso anche per il 2014 il blocco della tariffa. Per quanto riguarda l’applicazione della Tasi, la nuova tassa sui servizi indivisibili che sostituisce di fatto l’Imu sull’abitazione principale, l'esecutivo di Palazzo Spada ha previsto aliquote contenute (dallo 0,6 al 2,5 per mille) che in nessun caso giungono al limite massimo fissato dalla normativa.
Riguardo alle abitazioni principali, per le rendite catastali più basse (fino a 215 euro) è previsto l’esonero dal pagamento, esonero che riguarda anche i redditi più bassi (fino a 14.000 euro di reddito famigliare elevato a 18.000 euro in caso di convivente disabile). Con questi parametri le abitazioni esonerate dal pagamento sono oltre 15.000 su un totale di prime case di 41.000 unità abitative. Sono inoltre previste detrazioni per i figli a carico e per congiunti disabili.
Aliquote Tasi di vantaggio sono state fissate per i canoni concordati (3.000 abitazioni), per i comodati d’uso gratuito (2.000 abitazioni), per le piccole attività commerciali ed artigianali, agevolazioni Tasi coerenti con le scelte già operate nel 2013 di agevolazioni relative all’Imu. Il complesso degli esoneri, delle agevolazioni e delle detrazioni stabilite per la Tasi hanno un costo complessivo a carico del bilancio comunale di oltre 3 milioni di euro.
Per quanto riguarda il grado di copertura del costo dei principali servizi indivisibili il gettito Tasi, di circa 8 ml di euro, assicura una copertura del 40% dei costi sostenuti dall’amministrazione, il resto dei costi restano a carico del bilancio comunale che a fronte del gettito Tasi di 8 ml vedrà diminuire i trasferimenti statali garantiti nel 2013 pari a 9,5 milioni di euro. Un taglio ulteriore di 1,5 ml che dovrà essere gestito nel bilancio di previsione 2014, in fase di predisposizione.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!