Ternana ko a Cagliari, risolve Di Gennaro nella ripresa - Tuttoggi

Ternana ko a Cagliari, risolve Di Gennaro nella ripresa

Luca Biribanti

Ternana ko a Cagliari, risolve Di Gennaro nella ripresa

Rossoverdi vicini al pareggio con Janse, Avenatti 'spuntato'
Sab, 23/01/2016 - 21:36

Condividi su:


Ternana ko a Cagliari, risolve Di Gennaro nella ripresa

Un gol dopo quindici minuti del secondo tempo, dopo una prima frazione abulica, e il Cagliari, come le grandi squadre, fa bottino pieno contro una Ternana troppo poco incisiva nel reparto offensivo e con poca lucidità nella fase di impostazione.

Se il divario tecnico tra le due formazioni è evidente, qualcosa in più, da parte dei rossoverdi, poteva essere offerto di carattere e grinta, doti che non sono evidentemente nel dna degli undici di Breda.

Orfano di Ceravolo e Valjent, il tecnico rossoverde si affida al 3-5-2 con Dugandzic e Avenatti a fare da punti di riferimento in attacco, Masi tornato titolare in difesa per lasciare a Zanon la zona di centrocampo a svantaggio di Furlan, rimasto in panchina.

Nei primi minuti di gara, Di Gennaro fa le prove generali del gol, con una bella azione individuale che lo porta al tiro con palla respinta da Mazzoni. Il Cagliari esercita un predominio territoriale e un possesso palla che costringono i rossoverdi a difendersi. Busellato prova a farsi vedere in avanti intorno al 20′ con un tiro che sfila non molto distante dal palo di Storari. Qualche minuto più tardi, Farias, il talento di casa rossoblu, si esibisce in un contropiede di 30 metri con una giocata che gli permette di liberarsi di Masi e Gonzalez, ma al momento del tiro non è lucido nell’inquadrare lo specchio della porta con la sfera che sfila di un soffia sul palo. Sul finale di tempo, non certo entusiasmante da entrambe la parti, cercano di farsi vedere da fuori anche Sau e Barreca, senza impensierire l’attento Mazzoni.

Nella ripresa Breda getta nella mischia Janse per Dugandzic e affianca Falletti ad Avenatti, ma è il Cagliari a rendersi pericoloso con Sau che, dopo essersi liberato di Meccariello, non riesce a concludere verso la porta avversaria. Al 15′, per i sardi, ci pensa Di Gennaro che trova l’angolo giusto da fuori col piattone sinistro. Breda corre ai ripari e passa al 4-4-2 con Furlan al posto di Masi. La Ternana sembra beneficiare della nuova situazione tattica e al 24′ Vitale offre un bel cross ad Avenatti che non arriva sull’assist del compagno. Risponde Farias con un destro da fuori che sfiora la traversa. Al 31′ la Ternana avrebbe la grande occasione del pareggio, ma Janse, ormai è una topica che il giocatore rossoverde abbia sui piedi palle che potrebbero essere decisive per il risultato, non è preciso nel calciare dopo il lancio di Zanon che lo aveva liberato al tiro.

La Ternana ci prova ancora da fuori, questa volta è Zanon a esibirsi in un calcio di punizione che non sortisce effetti, con palla abbondantemente alta sulla traversa. Nei minuti finali Farias sfiora il raddoppio, ma uno strepitoso Mazzoni nega il secondo gol ai padroni di casa.

Finisce così una gara che il Cagliari ha vinto da grande, anche perché la Ternana, nel corso del campionato, si è dimostrata squadra difficile da controllare in trasferta. Pazienza e alto tasso tecnico hanno premiato i sardi che hanno guadagnato tre punti preziosissimi per tenere la scia del Crotone. Alla Ternana resta invece il rammarico di tornare con la sensazione di aver perso un’occasione per dare continuità alla vittoria casalinga contro il Trapani; un punto dal Sant’Elia, contro il Cagliari di oggi si poteva anche strappare. I rossoverdi pagano caro, ancora una volta, la mancanza di peso specifico in attacco, visto che l’Avenatti di questi tempi non garantisce qualità e continuità nelle prestazioni.

CAGLIARI (4-3-1-2): Storari; Pisacane (33′ st Benedetti), Salamon, Ceppitelli, Barreca; Munari, Di Gennaro (33′ st Cinelli), Fossati; Farias; Melchiorri (10′ st Cerri), Sau. In panchina: Cragno, Cotali, Deiola, Tello, Joao Pedro, Giannetti. Allenatore: Rastelli.

TERNANA (3-5-2): Mazzoni; Gonzalez, Masi (22′ st Furlan), Meccariello; Zanon, Busellato, Coppola, Falletti, Vitale; Dugandzic (6′ st Janse), Avenatti (30′ st Gondo). In panchina: Sala, Zampa, Signorelli, Belloni, Monteleone, Grossi.

ARBITRO: Aureliano di Bologna (assistenti Di Francesco e Cecconi)

RETI: 15′ st Di Gennaro


Condividi su:


Aggiungi un commento