Spoleto di Primavera, “Beethoven. L’umanità” | Concerto del Trio Metamorphosi - Tuttoggi

Spoleto di Primavera, “Beethoven. L’umanità” | Concerto del Trio Metamorphosi

Redazione

Spoleto di Primavera, “Beethoven. L’umanità” | Concerto del Trio Metamorphosi

Sabato 11 maggio al Caio Melisso, ingresso gratuito con prenotazione
Ven, 03/05/2019 - 17:26

Condividi su:


Spoleto di Primavera, “Beethoven. L’umanità” | Concerto del Trio Metamorphosi

Inserito nel cartellone di Spoleto di Primavera, sabato 11 maggio, alle ore 17:00 al Teatro Caio Melisso, è in programma “Beethoven L’Umanità”, un concerto dedicato al grande compositore che vede protagonista il Trio Metamorphosi: Mauro Loguercio al violino, Francesco Pepicelli al violoncello e Angelo Pepicelli al pianoforte.

Il Trio Metamorphosi interpreta i Trii per violino, violoncello e pianoforte del grande maestro, un genere che Beethoven ha tanto amato, genere che apre il suo catalogo, e che testimonia il cambiamento del suo stile durante tutta la vita artistica. Il dialogo tra i tre strumenti è puro piacere, è vivace, ricco e innovativo.

Il concerto è organizzato dall’Associazione Filarmonica Umbra che ha in programma un altro concerto dedicato a Gershwin (9 giugno ore 21).

L’ingresso per il concerto è gratuito ma con obbligo di prenotazione. La prenotazione non dà diritto ad un posto numerato. Si può prenotare al seguente numero 0743.218620 nei seguenti giorni:

sabato 4 maggio: dalle 9,00 alle 13,30 e dalle 15,00 alle 19,00

domenica 5 maggio: dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 17,30

da lunedì 6 a venerdì 10 maggio: dalle 9,00 alle 13,30 e dalle 15,00 alle 19,00

sabato 11 maggio: dalle 9,00 alle 13,00

L’Associazione Filarmonica Umbra nasce a Terni nel 1977 e inaugura la sua attività nel 1978, anno in cui si svolge la prima delle trentadue stagioni finora realizzate. Si sono avvicendati nelle varie edizioni formazioni come l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, l’Orchestra da camera di Santa Cecilia, l’Orchestra da camera di Venezia, I Solisti Italiani, l’Orchestra Sinfonica del Teatro Nazionale Moldavo, l’Orchestra Sinfonica di Vilnius, i Solisti dell’Orchestra Filarmonica di Torino, l’Orchestra Filarmonica Italiana, la Sinfonietta Salzburg, i Solisti Aquilani, l’Orchestra Sinfonica di San Remo, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, I Solisti Veneti, I Filarmonici di Verona, l’Orchestra Benedetto Marcello, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra Regionale Toscana, i Solisti dell’Accademia Filarmonica Romana, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, I Virtuosi Italiani, I Solisti di Perugia, e direttori quali Giuseppe Sinopoli, Nicola Hansalik Samale, Vittorio Antonellini, Claudio Scimone, Marzio Conti, Rinaldo Alessandrini, Walter Proost, Markus Stenz, Marco Zuccarini, Massimo Lambertini, Marcello Bufalini, Francesco Vizioli. Un’attenzione costante è stata riservata alla proposta di giovani talenti, vincitori di concorsi internazionali (da ricordare il concerto premio riservato da numerosi anni al vincitore del Concorso Alessandro Casagrande di Terni) e neo-diplomati già avviati con successo sulla strada del concertismo.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!