"Santa Maria", 81enne operato per un aneurisma con successo - Tuttoggi

“Santa Maria”, 81enne operato per un aneurisma con successo

Marco Menta

“Santa Maria”, 81enne operato per un aneurisma con successo

Mar, 26/10/2021 - 12:14

Condividi su:


Nell'Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni è stato portato a termine un intervento multidisciplinare su un paziente con un aneurisma dell'aorta.

Al “Santa Maria” di Terni un paziente di 81 anni è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico per un aneurisma coinvolgente tutti i tratti dell’aorta. L’anziano, trattato in urgenza dieci anni prima per una dissezione aortica, aveva presentato negli anni un’evoluzione negativa della patologia, fino a sviluppare una dilatazione di oltre 9 centimetri.

L’Aortic-Team e la collaborazione fra professionisti di diversi settori

Del percorso diagnostico-terapeutico non si è occupato un singolo specialista. A condurre le varie operazioni, infatti, l’Aortic-Team, una squadra di professionisti composta da cardiochirurghi, chirurghi vascolari, cardio-anestesisti e radiologi interventisti.

“L’approccio multidisciplinare è sintomo di competenza e professionalità”

“L’approccio multidisciplinare in occasione di questo intervento – spiega la Direzione dell’Azienda Ospedaliera Santa Maria – è sintomo di un alto livello di competenza e professionalità; per questo ringraziamo tutto il personale coinvolto.”

Le fasi dell’intervento

L’intervento ha avuto luogo in una sala ibrida, una camera operatoria “high tech” frutto delle considerazioni collegiali dell’Aortic Team. I cardiochirurghi e i chirurghi vascolari, con l’assistenza dei cardioanestetisti, hanno provveduto, dapprima, al trapianto dei vasi del collo. In un secondo momento i chirurghi vascolari e i radiologi intensivi hanno portato a termine l’esclusione endovascolare dell’aneurisma.

Il periodo postoperatorio

L’81enne, infine, ha affrontato il periodo postoperatorio presso la terapia intensiva cardiochirurgica. In seguito alla stabilizzazione delle criticità è avvenuto il trasferimento nel reparto di chirurgia vascolare. Il paziente, ora, è in buone condizioni generali, con autonomia di tutte le principali funzioni.

Un risultato importante, quello conseguito. La Direzione Aziendale, infatti, ha definito una struttura di raccordo tra le varie specialistiche, affidata al dottor Paolo Ottavi, per la definizione dei percorsi diagnostico-terapeutici del Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!