Rissa, ricostruita la mandibola al 19enne: dalla sua testimonianza si cercano gli altri partecipanti

Rissa in centro, ricostruita la mandibola al 19enne: dalla sua testimonianza si cercano gli altri partecipanti | Secondo video al vaglio

Redazione

Rissa in centro, ricostruita la mandibola al 19enne: dalla sua testimonianza si cercano gli altri partecipanti | Secondo video al vaglio

Al vaglio degli inquirenti i filmati amatoriali e quelli delle telecamere del centro storico
Lun, 25/05/2020 - 15:53

Condividi su:


E’ stato operato il 19enne perugino rimasto gravemente ferito al volto a seguito della rissa in centro di venerdì sera, che ha portato Perugia, in negativo, alla ribalta internazionale in questo avvio di Fase dell’emergenza Coronavirus.

Ecco l'allentamento delle misure restrittive.Tra assembramento, gente senza mascherina, parcheggio selvaggio e ragazzini (forse ubriachi o peggio), che si pestano, non so cosa sia più triste.E nessun controllo.Semplicemente vergognoso.Comprendo il desiderio di tornare alla normalità, ma é prematuro allentare troppo la presa e se poi dev'essere fatto in questo modo… Mi sento male a dirlo, ma a questo punto preferivo il lockdown.Turisti venite in Umbria, "bella e sicura", come recita uno spot che sta andando spesso in onda.Sarebbe anche vero, se non fosse per chi ci governa.

Publiée par Simone Picotti sur Samedi 23 mai 2020

A seguito del pestaggio il giovane aveva riportato una grave frattura alla mandibola. L’osso è stato ricostruito dall’equipe del reparto Maxillofacciale dell’ospedale di Perugia. La prognosi – fanno sapere fonti ospedaliere – è di oltre trenta giorni.

Tra qualche giorno il ragazzo potrà essere interrogato dagli inquirenti che stanno indagando sui gravi fatti avvenuti venerdì sera.

La resa dei conti in piazza Grimana

Da una prima ricostruzione sembra che a seguito della rissa avvenuta in piazza Danti – le cui immagini, riprese dal cellulare di alcuni presenti, hanno fatto il giro delle televisioni nazionali (a partire dal Tg1) – siano poi scattate altre violenze e caccia all’uomo per le vie del centro. Il giovane sarebbe stato inseguito e picchiato in piazza Grimana. Un violento colpo (probabilmente un calcio sferrato in faccia mentre era a terra) gli ha frantumato la mandibola.

Questioni che però potranno essere chiarite non appena il 19enne potrà essere interrogato. Si tratta dell’unico giovane che è dovuto ricorrere alle cure ospedaliere dopo la rissa di venerdì sera.

I filmati al vaglio

Gli inquirenti stanno rivedendo i filmati di alcune telecamere di sicurezza e dei video amatoriali (ne è spuntato un secondo) circolati sui social per identificare i giovani che hanno partecipato alla violenta rissa. Scaturita, sembra, per futili motivi.

BOTTE A CHI NON RISPETTA LA DISTANZAA discapito di tutte le maldicenze che si dicono sulla scarsa responsabilità dei perugini, qui una rissa scoppiata ieri sera in centro tra chi rispettava e chi non rispettava il distanziamento sociale.Se c è qualcuno che non mantiene le distanze, è giusto corcarlo di botte.(È un post ironico of course) . Andrea Romizi Comune di Perugia Michele Fioroni Donatella Tesei Rita Passerini Marco Taccucci Massimo Sbardella Egle Priolo Ivano PorfiriMarco Giugliarelli Ughetta De Angelis Sarah Bistocchi Francesco Zuccherini Giuliano Giubilei Francesco Di Pietro Giovanni Dozzini Rocco Dozzini Viviana Bellavita Diego Baccarelli Michele Astioso Nucci Luca Preziosi Francesco Calabrese

Publiée par Aless Riccini Ricci sur Samedi 23 mai 2020

Da sabato sera il centro storico è blindato. A seguito di quei gravi episodi – non soltanto la rissa, ma l’assembramento di giovani, molte dei quali senza mascherina – il sindaco Andrea Romizi è stato costretto ad emettere l’ordinanza che limita impone, nei giorni festivi e prefestivi, la chiusura dei locali (ristoranti esclusi) alle 21 e limita la vendita di alcolici ed il consumo da asporto nel centro storico ed a Fontivegge (queste le vie interessate).

Provvedimento che penalizza i locali, i cui gestori (come a Castel del Piano) hanno spiegato l’impossibilità di garantire il rispetto delle norme anti Coronavirus anche in piazza.

Pesantissimo anche il danno di immagine per la città di Perugia e per l’Umbria, che cercano di ripartire dopo il lockdown.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!