Rientro a scuola, il nodo della sicurezza sui bus

Rientro a scuola, il nodo della sicurezza sui bus

Redazione

Rientro a scuola, il nodo della sicurezza sui bus

Mar, 13/04/2021 - 15:17

Condividi su:


Rientro a scuola, il nodo della sicurezza sui bus

Vertici con forze dell'ordine e sindaci alle Prefetture di Perugia e Terni | I Comuni potranno segnalare direttamente criticità a BusItalia

Sono autobus e pulmini scolastici i punti critici del rientro a scuola della metà degli studenti umbri delle superiori. Che, pur al 50 per cento, raggiungeranno in classe i ragazzi delle medie (tutti a scuola da lunedì) e delle elementari, i primi a tornare tra i banchi.

Proprio la sicurezza sui mezzi di trasporto è stata al centro del summit che si è tenuto in Prefettura a Perugia, seguito da quello a Terni.

I Comuni contribuiranno al monitoraggio degli accessi sui mezzi pubblici. Anche nell’ottica di attuazione delle nuove disposizioni nazionali in materia, ai Comuni è stato infatti chiesto l’impegno di collaborare con le forze dell’ordine, mettendo a disposizione, nei limiti del possibile, il personale della polizia locale e i volontari della protezione civile per monitorare gli accessi degli studenti ai mezzi di trasporto pubblico locale.

I sindaci, inoltre, potranno anche contattare direttamente Busitalia, con un numero loro dedicato, qualora si rendesse necessario evidenziare criticità o disfunzioni, con l’obiettivo comune di risolvere tempestivamente eventuali problematiche.

“La riunione – afferma il presidente di Anci Umbria, Michele Toniaccini – è stata proficua ed è servita non solo a fare il punto della situazione per un rientro degli studenti a scuola il più possibile in sicurezza, ma anche a definire ruoli e compiti, in uno spirito di massima collaborazione fra enti, istituzioni e privati, con l’unico obiettivo di contrastare la diffusione del virus. Si sta lavorando su più fronti per tutelare, prima di tutto, la salute dei cittadini, e quindi garantire massimo rispetto delle normative anticovid e massima funzionalità delle misure previste in materia”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!