Ricostruzione, arriva a Spoleto il nuovo dirigente | Pronta la nomina di Vincent Ottaviani - Tuttoggi

Ricostruzione, arriva a Spoleto il nuovo dirigente | Pronta la nomina di Vincent Ottaviani

Redazione

Ricostruzione, arriva a Spoleto il nuovo dirigente | Pronta la nomina di Vincent Ottaviani

Domani il Sindaco Umberto de Augustinis conferirà formalmente l’incarico a Ottaviani, già in forza Comune di Foligno come Responsabile del Servizio geologico
Mer, 26/08/2020 - 18:11

Condividi su:


Ricostruzione, arriva a Spoleto il nuovo dirigente | Pronta la nomina di Vincent Ottaviani

È Vincent Ottaviani il nuovo dirigente del Comune di Spoleto, a cui il Sindaco Umberto de Augustinis affiderà l’incarico di seguire la ricostruzione post sisma 2016.

Al termine della selezione pubblica (nove i candidati ammessi), la giunta comunale ha deliberato questa mattina l’approvazione dell’esito definitivo della procedura e la nascita della nuova struttura organizzativa.

L’incarico, che verrà conferito formalmente domani mattina con provvedimento del Sindaco, durerà fino al 2023, ossia fino alla fine del mandato elettivo del Sindaco stesso.

Nato negli Stati Uniti ad Harrison Township (Michigan) nel 1960, laurea in architettura e in geologia, Vincent Ottaviani è attualmente in forza al Comune di Foligno come Responsabile del Servizio geologico, dopo aver diretto per quattro anni (dal 2015 al 2019) l’Area Governo del Territorio seguendo le attività connesse alla ricostruzione del sisma ‘97-’98.

Da domani al Comune di Spoleto avrà il compito di dirigere la squadra di tecnici che sta lavorando alle pratiche legate al sisma 2016, in attesa di conoscere l’esito del concorso (è atteso per la prossima settimana) che permetterà all’Ente di averne a disposizioni altri sei, tra architetti e ingegneri, da dedicare esclusivamente alla fase della ricostruzione.

Ricostruzione che, per quanto riguarda l’edilizia privata, richiederà un notevole sforzo da parte della nuova direzione: ad oggi infatti, a fronte di oltre 1700 edifici dichiarati inagibili sono 230 le pratiche trasmesse all’USR e 37 quelle per cui sono stati effettuati i lavori e dichiarata l’agibilità.

Discorso analogo anche per l’edilizia pubblica dove, a fronte di circa 70 edifici dichiarati inagibili, attualmente sono dieci quelli ammessi a finanziamento.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!