Rafting e turismo, bilancio positivo per il weekend alle Marmore - Tuttoggi

Rafting e turismo, bilancio positivo per il weekend alle Marmore

Marco Menta

Rafting e turismo, bilancio positivo per il weekend alle Marmore

Ven, 05/11/2021 - 12:49

Condividi su:


Il Rafting al centro di un fine settimana emozionante alla Cascata delle Marmore; "tutto ciò ci dà carica per riproporre l’evento il 29 e 30 ottobre 2022".

Rafting e turismo: è un bilancio più che positivo quello relativo a un weekend di gare ed emozioni in provincia di Terni. Venerdì, sabato e domenica scorsi, appassionati provenienti da tutta Italia a partire dalla cascata delle Marmore si sono sfidati tra le rapide umbre dando vita a emozionanti sfide.

Numeri importanti, dunque, per questa prima festa delle guide rafting. In totale, tra rafting, canoa e hydrospeed, sono scesi lungo il percorso oltre 120 atleti, suddivisi in 17 equipaggi di rafting e decine di kayak.

Del Zoppo: “Rafting, canoa e hydrospeed i veri protagonisti”

Alla base del successo l’ottima intesa tra i padroni di casa del Centro Canoa e Rafting Marmore, Federrafting, istituzioni ed enti territoriali. “Rafting, canoa e hydrospeed sono stati i veri protagonisti di questo weekend”, ha spiegato il presidente della Federazione Italiana Rafting, Benedetto Del Zoppo. “Il livello d’acqua garantito per tutto il corso della manifestazione ha permesso di regalare ai partecipanti ore ad altissimo contenuto adrenalinico, e a tutti gli sportivi un fine settimana indimenticabile”.

Un’opportunità di sviluppo per il territorio

Grazie a queste condizioni ideali, ovviamente, un ritorno positivo per il territorio. Molti atleti del rafting, ma anche canoisti, difatti, hanno soggiornato nelle strutture del ternano, contribuendo al suo rilancio. “Tutto ciò – ha concluso Del Zoppo – ci dà carica per riproporre l’evento il 29 e 30 ottobre 2022″.

Formichetti: “Chiudiamo stanchi ma carichi mentalmente”

“Chiudiamo stanchi, provati fisicamente ma carichi mentalmente”, ha commentato invece Paolo Formichetti, coordinatore del Centro Canoa e Rafting Marmore. “Il rilascio dell’acqua – ha aggiunto – è stato perfetto, e siamo soddisfatti di aver risposto appieno alle aspettative degli atleti”.Dal punto di vista logistico l’organizzazione è stata impeccabile; la festa e il momento conviviale hanno concluso nel modo migliore questo appuntamento che sarà riproposto anche nel 2022″.

Una manifestazione amatoriale e una gara di canoa in ballo per il 2022

Paolo Benciolini, CT della nazionale azzurra, ha sfruttato l’occasione per visionare altri tratti del fiume, utilizzabili già a partire dal 2022, con lo scopo di coinvolgere ancora più persone. Tra Ferentillo e Arrone, infatti, si snoderebbe un tratto meno impegnativo, adatto a equipaggi meno esperti.

“L’idea di affiancare alla gara di alto livello una manifestazione aperta ad amatori ci piace”, ha commentato il presidente federale Del Zoppo. “Persino molti canoisti ci hanno chiesto di poter prendere parte al nostro evento il prossimo anno: vorremmo unire al rafting anche una gara di canoa.”

Articolo correlato: Cascata della Marmore patrimonio Unesco, Gentiletti rilancia

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!