Progetto legalità, conclusi gli incontri tra gli studenti e i Carabinieri

Progetto legalità, conclusi gli incontri tra gli studenti di Nocera Umbra e i Carabinieri

Redazione

Progetto legalità, conclusi gli incontri tra gli studenti di Nocera Umbra e i Carabinieri

Lun, 16/05/2022 - 10:51

Condividi su:


Incontri con i ragazzi di tutte le età

Si è concluso all’Istituto Sigismondi di Nocera Umbra il programma di incontri sul tema “ legalità” con il comandante della stazione dei Carabinieri di Nocera Umbra, maresciallo Davide Tenti, che si è intrattenuto con gli studenti di tutte le classi del Liceo delle Scienze Umane, ITI, IPSIA per rispondere alle loro domande e curiosità. L’incontro è stato un’opportunità per approfondire un tema di rilevanza per la formazione del cittadino responsabile ed attivo, consapevole della vita civica, nel rispetto delle regole, dei diritti e dei doveri.

“Per contestualizzare gli elementi dell’educazione civica”

L’iniziativa – fanno sapere dalle scuole – è nata dall’esigenza di contestualizzare gli argomenti di studio dell’Educazione Civica e dell’Educazione alla salute e alla legalità in una esperienza formativa che potesse trasmettere ai giovani studenti anche l’importanza della collaborazione interistituzionale, per la promozione di stili di vita sani e rispettosi della legalità. L’Istituto Mons. G. Sigismondi infatti fa parte della rete di scuole del territorio che promuove la salute, in stretta collaborazione con le istituzioni locali, in particolare Asl e  Forze dell’Ordine. Ѐ dovere dell’istituzione scolastica prendersi cura della crescita sana delle nuove generazioni, promuovendo, attraverso l’azione educativa progettuale ed trasversale, la formazione integrale della persona garantendo così lo sviluppo di competenze, abilità e conoscenze volte alla promozione di stili di vita corretti“.

Il calendario degli incontri

Gli incontri, grazie alla disponibilità del Maresciallo Tenti, sono avvenuti in due giornate e sono stati svolti nelle singole classi, affinché fosse garantita la buona riuscita dell’attività, perché è dimostrato che l’azione nel piccolo gruppo rende l’esperienza più efficace.

Gli argomenti

I giovani studenti nella fascia di età compresa tra i 14 e i 18/19 anni hanno posto domande e chiesto chiarimenti su argomenti diversi: le conseguenze legali di comportamenti non rispettosi della legge, a partire dall’inosservanza del Codice della strada, alla sicurezza della persona. Grande interesse è stato mostrato per tutte quelle problematiche tipiche dell’età adolescenziale come ad esempio il consumo di sostanze quali alcool e droghe, responsabili spesso di incidenti anche gravi. I ragazzi più grandi, soprattutto i maggiorenni del quarto e quinto anno di scuola superiore sono stati soprattutto interessati agli argomenti di carattere etico e morale, toccando temi come la libertà e la giustizia, i diritti e i doveri del cittadino, la violenza e la criminalità.

La disponibilità del maresciallo

La piena disponibilità del Maresciallo ad incontrare i ragazzi, a dialogare con loro nella forma di una piacevole conversazione, è stato anche il modo per annullare quella distanza e quel timore immotivato che a volte può incutere la “divisa”, perché come lui  ha sottolineato più volte: “non dobbiamo dimenticare che dietro quella divisa c’è l’uomo”, “consapevole – prosegue la scuola – di  aver  fatto una scelta di vita al servizio e in difesa dello Stato, per garantire la tutela dell’ordine pubblico e la sicurezza della collettività, ma non per questo incapace di comprendere la fragilità umana di chi può sbagliare, soprattutto se giovane e inesperto”.

La celebrazione di Capaci

“In attesa della celebrazione del trentesimo anniversario della strage di Capaci il 23 Maggio prossimo abbiamo potuto ascoltare dalla voce del Comandante Maresciallo Tenti, quanta passione, dedizione e senso del dovere si possa riscontrare nell’operato di  uomini che scelgono nella vita la missione di essere servitori fedeli dello Stato, così come lo furono Giovanni Falcone e gli uomini della sua scorta che in nome della legalità sacrificarono la propria vita“. 

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!