Premio Scuola Digitale, Terni e Orvieto i progetti premiati - Tuttoggi

Premio Scuola Digitale, Terni e Orvieto i progetti premiati

Redazione

Premio Scuola Digitale, Terni e Orvieto i progetti premiati

Dodici scuole delle province di Perugia e Terni, selezionate per il premio Scuola Digitale | 500, tra studenti, genitori e insegnanti, le persone collegate.
Dom, 07/06/2020 - 09:25

Condividi su:


Premio Scuola Digitale, Terni e Orvieto i progetti premiati

Premio Scuola digitale, modelli didattici innovativi, percorsi di apprendimento digitali, prototipi tecnologici e applicazioni.

Questi i principali strumenti al centro della “sfida” tra le dodici scuole umbre che venerdì 5 giugno, in collegamento web, si sono confrontate presentando i loro progetti ad una giuria di esperti.

L’obbiettivo

Al centro della giornata l’innovazione digitale e la didattica innovativa. Come spiega Fiorella Menconi, animatrice digitale del Liceo Scientifico G.Galilei, coordinatore dell’evento.

Quello che ci ha sorpreso maggiormente, oltre al buon livello di tutti i percorsi illustrati, è stata la capacità di presentazione.

Grande professionalità dei team delle diverse scuole e consapevolezza rispetto alle problematiche del mondo contemporaneo.

L’occasione del confronto è stata l’assegnazione del “Premio Scuola Digitale”, promosso dal Ministero dell’Istruzione e organizzato in Umbria dal Liceo Scientifico ‘G. Galilei’ di Perugia,scuola polo del progetto per la fase regionale.

I premiati

E ad aggiudicarsi il pass per la finale nazionale sono state la Direzione Didattica G. Mazzini di Terni con L’isola che non c’era e l’IIS E. Majorana di Orvieto con il progetto Misuriamo il Radon a Orvieto.

Quello ternano, realizzato dalle classi IVA e IVB della DD Mazzini di Terni, è il risultato di un lungo percorso multidisciplinare che è nato dalla necessità di approfondire l’attuale problematica dell’inquinamento dei mari e della formazione di isole di plastica.

Gli studenti del Majorana Di Orvieto hanno realizzato un rivelatore di radiazioni ionizzanti.

Sono stati utilizzati un contatore Geiger, un Arduino e un Raspberry Pi, è stato sviluppato in Python il software che acquisisce i conteggi e li invia per email, è stato progettato e stampato in 3D il contenitore, sono state effettuate le misure sul territorio, è stato realizzato un sito web.

L’obiettivo era realizzare un rivelatore di radiazioni ionizzanti e utilizzarlo per studiare la distribuzione del Radon nel territorio.

Ad animare e condurre la gara, a presentare i progetti e a sollecitare gli studenti è stato Mauro Casciari, conduttore radiofonico e televisivo.

I lavori faranno riferimento a modelli didattici innovativi e sperimentali, percorsi di apprendimento digitali, curricolari ed extracurricolari, prototipi tecnologici e applicazioni.

Tutti i partecipanti

Le scuole che hanno partecipato per la provincia di Perugia sono state: l’Istituto Comprensivo di Sigillo, la Direzione Didattica 1° Circolo di Spoleto, l’Istituto Comprensivo Assisi 2, il Liceo Scientifico G.Galilei di Perugia, l’Istituto Tecnico Tecnologico A.Volta di Perugia e l’Istituto Omnicomprensivo Rosselli Rasetti di Castiglione del Lago.

Per la provincia di Terni: l’Istituto Comprensivo Petrucci di Montecastrilli, la Direzione Didattica G.Mazzini di Terni, la Scuola Media Da Vinci – Nucula di Terni, l’Istituto di Istruzione Superiore Majorana di Orvieto, l’Istituto di Istruzione Superiore Gandhi di Narni e il Liceo Scientifico R. Donatelli di Terni.

Il progetto è coordinato dalla professoressa Fiorella Menconi, animatrice digitale del Liceo Scientifico Galilei, coadiuvata dal team digitale della scuola.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!