Premi fedeltà al lavoro e progresso economico, Terni e le sue eccellenze

Premi fedeltà al lavoro e progresso economico, Terni e le sue eccellenze

L’elenco di tutti i premiati

share

Una lunga kermesse partecipata ed emozionante con la regia della Camera di Commercio di Terni che a Palazzo Gazzoli ha celebrato la cinquantesima edizione della premiazione Fedeltà al lavoro e al Progresso economico. Oltre cinquanta i premiati fra imprenditori e lavoratori dipendenti con almeno trenta anni di attività. Sono stati loro i protagonisti di questo evento che premia il lavoro perché ne riconosce il valore, celebra l’impegno e le tradizioni. La capacità, ma anche la tenacia di chi fa impresa di guidare le aziende, l’impegno di coloro che hanno saputo attraversare la grande crisi del 2008, riuscendo a far crescere la propria impresa ma anche il territorio. Una premiazione che si ripete dal 1952, da quando fu istituita dall’allora Presidente Filippo Micheli.

“Attraverso il lavoro l’uomo modifica la realtà, la plasma collaborando alla sua creazione, per questo ogni lavoro ha una grande dignità e deve essere ben fatto per sua stessa natura – ha voluto sottolineare in apertura il Presidente dell’Ente camerale, Giuseppe Flaminied il lavoro dà dignità alla persona, garantendo libertà e coesione sociale, elementi fondamentali che devono guidarci, oggi più che mai, nel miglior perseguimento dell’obiettivo del ritorno alla piena occupazione e della ripresa economica delle nostre imprese. E la Camera di Commercio di Terni, nel suo ruolo istituzionale di vicinanza e supporto alle imprese che riveste da oltre novanta anni, costituisce uno dei soggetti locali investito del compito di sostenere la ripresa economica”.

“L’ente camerale esprime profonda stima ai premiati di quest’anno, ringraziandoli per lo sviluppo che garantiscono ogni giorno al sistema economico del nostro territorio” ha detto il presidente Flamini dando il via alla premiazione. Sedici gli imprenditori saliti sul palco per ritirare i premi, ventitré i lavoratori dipendenti, sette i premi speciali, tre quelli dedicati all’imprenditoria femminile. Dopo i saluti istituzionali del Prefetto Paolo De Biagi che ha sottolineato l’importanza dell’evento che mette al centro il valore del lavoro, i saluti del Rettore Franco Moriconi prossimo al termine del mandato, ha posto l’accento sulla strategicità del sito universitario ternano e ha ribadito la volontà di creare a Terni un centro universitario nel sito di Pentima portando a Terni nuovi corsi di laurea

Si è entrati nel vivo della premiazione con l’assegnazione del prestigioso premio “Messaggero del Territorio” 2019, assegnato a chi raggiungendo importanti risultati nel proprio lavoro è riuscito a portare fuori dal territorio il nome della nostra città. Il riconoscimento è andato al Professor Antonino Morabito, massimo esperto europeo di chirurgia pediatrica, ternano di nascita, ventuno anni di lavoro in Inghilterra, e recentemente rientrato ad operare presso l’Azienda Ospedaliera S. Maria, grazie ad una convenzione con l’Ospedale pediatrico Meyer di Firenze, dove è direttore del Dipartimento di Chirurgia. “Sono legato in modo quasi morboso alla mia città, portare la cultura di chirurgia pediatrica qui, per me è un onore. Questa è una città che ha tanto bisogno e tanta voglia di fare”.

A seguire è stato consegnato il premio “Le Radici del futuro” all’impresa centenaria Bar Gelateria F.F. di Venturini Franca con la motivazione “l’impresa nei cento anni di attività ha contribuito anche alla promozione del territorio, tanto da essere ad oggi conosciuta come la “gelateria di Poscargano”.

Novità di questa cinquantesima edizione il riconoscimento “Ambasciatrice della cultura”, consegnato a Laura Musella, presidente dell’Associazione culturale “Omaggio all’Umbria”; cantante lirica nei più importanti teatri italiani e stranieri sotto la guida di illustri direttori d’orchestra si è cimentata nei ruoli più diversi del settecento, dell’ottocento e dell’era contemporanea. E’ stata premiata per il suo impegno nel diffondere la cultura nelle cornici della nostra suggestiva regione. “I nostri concerti hanno uno scopo benefico, sono dedicati al sostegno dei bambini in difficoltà di tutto il mondo”, ha voluto sottolineare la Musella, ricordando la collaborazione della sua Associazione con Unicef e l’impegno per valorizzare la nostra regione.

All’impresa femminile è stato dedicato il Premio “Donna Oltre” per la creatività e l’innovazione, assegnato a Loredana Favetta e Giulia Giocondi – Tonka srls. L’imprenditrice Giulia Giocondi porta a Terni nel 2015 “un approccio più moderno in pasticceria” mentre Favetta riesce a salvare dalla chiusura l’azienda agricola del suocero prendendone le redini in mano e nel 2013 la trasforma in impresa biologica, riuscendo pertanto a inserirsi con successo in un filone che negli ultimi anni ha avuto uno straordinario sviluppo.

Il Premio “Miglior manager donna”, è stato assegnato a Emanuela Zara della Molly & partners srl.

Durante la manifestazione è stato anche consegnata una pubblicazione realizzata dalla Camera di Commercio di Terni che ripercorre la storia del lavoro dei Comitati per l’Imprenditoria femminile dal titolo: “Un viaggio lungo diciotto anni con le donne d’impresa”, alla presenza di tutte le presidenti che si sono succedute nel tempo.

La lunga kermesse è proseguita con l’assegnazione dei premi agli imprenditori con almeno 30 anni di attività: Sandro Ballesi, Bruno Bellardinelli, Manuela Bizzarri, Sante Boccalini, Giuseppe Colarieti, Enrico Ferracci, Domenico Gigli, Mario Mariani, Gianfranco Martelli, Franco Nardi, Luigino Neri, Gianna Orsi, Carlo Pacifici, Rosella Pantalloni, Romolo Rossi, Lamberto Sensini.

Tra gli imprenditori c’è anche chi è stato candidato dai propri dipendenti. E’ la storia speciale di Franco Nardi, brevemente ripercorsa sul palco. “Il signor Franco affronta una tremenda fase di crisi aziendale, la strada consigliata è di tagliare posti di lavoro, ma per lui i suoi dipendenti sono come la sua famiglia, allora tiene duro, resiste, non licenzia nessuno e oggi l’azienda è riuscita a restare sul mercato. Una persona con un grande cuore – è stato detto- che è riuscita a farsi volere bene da tutti”.

Il Premio al “lavoratore dipendente con almeno 30 anni di servizio” è stato assegnato a: Gianni Barcherini, Fulvio Bergamini, Oriano Ciaccafava, Maurizio Colombo, Valtemisio Crispoldi, Roberto De Angelis, Roberta Draghi, Alberto Ferrante, Gianni Fiore, Giorgio Gigli, Valter Lattarini, Ruggero Maccaglia, Gabriele Marchegiani, Enrico Meniconi, Marco Panetti, Mauro Perotti, Gianni Poli, Massimo Proietti, Rodolfo Rosa, Marco Rossi, Giuseppe Torelli, Stefano Vitali, Maria Rita Zara.

L’intenso pomeriggio si è concluso con la consegna di alcuni Premi speciali.

Quello alle imprese operanti da più di cinquanta anni: F.lli Brizzi Snc Di Brizzi Mauro & C., Liberati Erminio Fu Enrico, Malizia Di Bravi Alberto, Ricciutelli Giampiero Srl.

Premio all’impresa che ha raggiunto importanti risultati nell’ambito dell’internazionalizzazione è stato assegnato all’impresa A.R. Tartufi Srl. Un Premio speciale è stato assegnato anche all’impresa impegnata in buone pratiche di welfare aziendale: Logicamed srl.

share

Commenti

Stampa