Piazza Piantani, così Perugia celebra il Pirata

Piazza Piantani, così Perugia celebra il Pirata

Redazione

Piazza Piantani, così Perugia celebra il Pirata

Sab, 12/06/2021 - 18:51

Condividi su:


Intitolato al campione di ciclismo lo spazio all’incrocio tra Strada Villa Pitignano e via Teognide, nella zona di Villa Pitigano Alta

Piazza Piantani, così Perugia celebra il Pirata. La piazza all’incrocio tra Strada Villa Pitignano e via Teognide, nella zona di Villa Pitigano Alta, ha preso il nome di Marco Pantani, il campione di ciclismo su strada morto nel 2004 in una stanza di hotel a Rimini per cause ancora da chiarire.

Alla cerimonia di intitolazione erano presenti il sindaco Romizi e dell’assessore al Welfare e Anagrafe e presidente della Commissione per la Toponomastica cittadina Edi Cicchi, il consigliere Polo Befani, il presidente del GS Villa Pitignano Tosello Canestrelli, che ha proposto l’intitolazione, del presidente provinciale della Federazione Ciclistica Italiana Lucano Bracarda, e l’atleta Luca Panichi. Oltre a tanti appassionati di ciclismo.

“Chi ama il ciclismo – ha detto il presidente Canestrelli – conosce e apprezza Marco Pantani e la presenza di tante persone qui oggi lo dimostra. Per noi è un’occasione importante, che segna la ripartenza di nuove attività per la nostra associazione e per la frazione di Villa Pitignano”.

Non a caso, sulla piazza Marco Pantani si affaccia la sede del Gruppo sportivo che ha voluto ricordare anche la partecipazione del campione romagnolo a una gara ciclistica juniores organizzata nell’aprile del 1988, proprio a Perugia, al termine della quale un giovanissimo Pantani si classificò secondo, con una stele dell’artista Paolo Spaccia collocata all’ingresso della sede stessa.

L’assessore Cicchi ha sottolineato il ruolo di socializzazione e aggregazione del ciclismo: “Auspico -ha concluso- che questa giornata possa essere un momento di ripartenza per il ciclismo e per tutti noi”.

Un ringraziamento particolare alla città di Perugia, all’amministrazione, al gruppo sportivo Villa Pitignano e a tutti coloro che hanno reso possibile l’intitolazione è giunto dalla madre di Marco Pantani, Antonina, e dalla Fondazione che di Pantani porta il nome, che non hanno potuto essere presenti alla cerimonia odierna, ma che, attraverso il consigliere Befani hanno voluto inviare a tutti i partecipanti un messaggio video, con la promessa di essere presto a Perugia per ricordare tutti insieme lo stesso Pantani.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!