Parco medioevale di Narni: si rinnova l'appuntamento con la storia - Tuttoggi

Parco medioevale di Narni: si rinnova l'appuntamento con la storia

Redazione

Parco medioevale di Narni: si rinnova l'appuntamento con la storia

Ven, 20/04/2012 - 11:38

Condividi su:


Domenica 22 aprile tornerà il parco medievale “Rocca di Narni”, che rimarrà aperto dalle 10,00 alle 19,00 con tante novità ed attrazioni per adulti e bambini. I visitatori potranno assistere alle esibizioni degli sbandieratori, dei musici, dei maestri d’armi, delle danzatrici medievali e di Metenio Atrippa, artista che presenterà due spettacoli, tra i quali il racconto di divertenti storie per i bambini. Tornerà anche il mercato medievale con i suoi originali artigiani. In caso di maltempo, gli spettacoli verranno messi in scena nelle sale interne della rocca albornoziana dove rimarranno fruibili gli spazi museali.
Il parco aprirà anche mercoledì 25 in occasione della Festa della Liberazione. A grande richiesta tornerà Gherardo Brami con il suo spettacolo di falconeria dopo il successo delle giornate di Pasqua. Anche in questa occasione il parco presenterà molte novità ed eventi. Torneranno ad animare gli spazi della rocca armigeri, spadaccini, musici e sbandieratori, insieme a molti personaggi che metteranno in scena spettacoli itineranti negli spazi del parco. Per la giornata di domani, sabato 21 aprile, sono previste delle visite guidate alla scoperta delle sale tematiche e delle meraviglie della Rocca dell'Albornoz (orari: 15,30 – 16,30 – 17,30. Biglietti: intero 6 euro, ridotto 3 euro).
Nel Parco si troverà un villaggio medievale ricostruito fedelmente e unico in Italia, un campo militare con armigeri e tende riproducenti le originali, un mercato con 30 espositori di oggetti e strumenti medievali, tutti collezionisti, provenienti da varie parti d’Italia e ancora la più importante attrazione per i bambini: Artù, l’incredibile albero parlante, in esclusiva per il Parco “Rocca di Narni”. Si tratta di un grande robot alto quattro metri in grado di muovere occhi, bocca e “braccia” (ossia i rami) e di interagire con il pubblico grazie ad un attore operante a distanza e quindi invisibile agli occhi degli spettatori.
A Rocca di Narni ci saranno arti e mestieri, come l’arco e la falconeria, con falchi e altri rapaci, e si succederanno spettacoli di vario genere: giullarate, drammi storici, commedie “Boccaccesche”, concerti di musica antica, danze storiche, esibizioni di sbandieratori, spadaccini, arcieri, cavalieri ed altre attrazioni tipiche del periodo di riferimento. Particolare attenzione sarà rivolta ai bambini che troveranno ad accoglierli esperti animatori che li guideranno in molteplici attività.
All’interno del castello saranno visitabili varie sale a tema allestite con pezzi ricostruiti dai migliori artigiani a livello nazionale: la sala della musica, la sala delle armi, la sala del costume, la sala del consiglio, la sala dei mastri dipintori e il salone delle feste, oltre ad un fornito bookshop. All’interno del parco funzioneranno anche vari punti ristoro a disposizione dei turisti che intenderanno passare una giornata diversa all’insegna di un divertimento nuovo ed esclusivo.

Orari – Apertura ore 10,00 – chiusura ore 19,00
Giorni – domenica 22 aprile, mercoledì 25 aprile
Prezzi – biglietto giornaliero: 8 euro

Servizio Navetta – Sarà possibile usufruire anche di un servizio navetta che dal parcheggio del Suffragio e da piazza Garibaldi condurrà alla Rocca albornoziana.

Come arrivare: Percorrendo la Flaminia si arriva fino a Narni centro storico e si prosegue verso Roma. Dopo due km si svolta a sinistra per Via Feronia seguendo le indicazioni per la Rocca e il Parco medievale.

…E molto altro ancora – Rocca di Narni è solo all’inizio. Durante l’anno verranno sviluppate ed offerte infatti molte altre attrattive: la festa della birra artigianale, la festa del grano, la festa dell’uva, la festa del norcino e i grandi marcati. Verranno inoltre proposte alcune conferenze di carattere storico, rievocativo, mirate ad approfondire aspetti differenti della medievistica e della storia dell’arte nei suoi vari momenti storici. Un’area interna verrà riservata alle serate di gala dove sarà possibile ospitare banchetti nuziali, cene aziendali e convivi. La Rocca di Narni è anche dotata di una sala conferenze attrezzata per traduzioni simultanee. All’interno vi sarà anche la possibilità di organizzare mostre sia occasionali che permanenti che promuoveranno giovani artisti e nuove idee. Verranno proposti infine percorsi di trekking nelle aree naturali circostanti la Rocca, oltre ad iniziative di didattica culturale per le scuole, laboratori artigianali e ricostruzioni storiche.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!