Ok definitivo al Calendario venatorio: si va a caccia

Ok definitivo al Calendario venatorio, si va a caccia: le date

Massimo Sbardella

Ok definitivo al Calendario venatorio, si va a caccia: le date

Il testo approvato dopo l'arrivo del parere dell'Ispra: il testo completo
Mar, 07/07/2020 - 12:55

Condividi su:


Ok definitivo al Calendario venatorio, si va a caccia: le date

Approvato il Calendario venatorio 2020/21 definitivo. Via libera, dunque, alla caccia di selezione, il cui avvio era inizialmente previsto per il 14 giugno. Ma i ritardi nell’invio del Calendario venatorio (a seguito della modifica della data per la caccia al cinghiale) all’Ispra, che ha preso tutto il mese di tempo che la legge consente per dare il proprio parere ha fatto slittare praticamente di un mese la caccia di selezione.

Arrivato l’atteso parere dell’Ispra (obbligatorio ma non vincolante) l’esecutivo regionale ha potuto dare il via libera definitivo al calendario venatorio.

L’assessore Roberto Morroni è soddisfatto del lavoro fatto per quello che è il primo Calendario venatorio della Giunta regionale di centrodestra.

La caccia di selezione

La caccia di selezione inizia dunque mercoledì 8 luglio con il capriolo, a cui si potrà sparare fino a mercoledì 15 luglio. I successivi due periodi, in cui sarà possibile la caccia di selezione, saranno quelli che vanno dal 16 agosto al 30 settembre e poi dal 2 gennaio al 14 marzo 2021.

Il Calendario venatorio

La stagione di caccia vera e proprio in Umbria avrà inizio con le tre preaperture il 2, 6 e 13 settembre (in queste ultime due giornate solo la mattina). Il 2 settembre si potrà cacciare dalle 6,15 alle 19,30.

Si spara alla specie quaglia dal 20 settembre al 24 dicembre. Caccia alla tortora dal 20 settembre al 31 ottobre.

Alla lepre dal 20 settembre al 6 dicembre.

La caccia al cinghiale

La caccia al cinghiale in battuta si potrà praticare dal 18 ottobre al 17 gennaio 2021. Salvo interventi di contenimento o degli agricoltori e conduttori dei terreni agricoli, secondo le modalità ora semplificate in caso di mancato intervento degli Atc.

Modalità di contenimento del cinghiale che sono ovviamente contestate dagli ambientalisti e dai vegani umbri. E con le squadre dei cinghialisti che rivendicano il lavoro svolto per il contenimento della specie.

Proprio la mediazione sulla caccia al cinghiale, con l’assessore Roberto Morroni che ha provato a posticiparla di un mese e la Federcaccia che chiedeva che tutto rimanesse inviariato, ha portato alla nuova modifica al Calendario venatorio.

La chiusura della stagione venatoria, fatta eccezione per la caccia a quelle specie che hanno un loro particolare calendario, è fissata per domenica 31 gennaio 2021.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!