Nocera Umbra, sciolta l'Umi1: il consorzio della ricostruzione del '97

Nocera Umbra, sciolta l’Umi1: il consorzio più grande della ricostruzione del ’97

Redazione

Nocera Umbra, sciolta l’Umi1: il consorzio più grande della ricostruzione del ’97

Mar, 03/11/2020 - 11:58

Condividi su:


Sciolta l’Umi1, il consorzio più grande della ricostruzione post terremoto del 1997. L’assemblea conclusiva si è svolta sabato 31 ottobre nell’aula consiliare, nel pieno rispetto delle normative anticovid.

La genesi dell’Umi1

La UMI1 del centro storico di Nocera Umbra è stata la unità di intervento più grande del sisma centro Italia 1997, finanziata per un importo di lavori di circa 18 milioni di euro che ha permesso di ristrutturare, riqualificare       e mettere in sicurezza decine di abitazioni, importanti spazi pubblici e due chiese di notevole valore storico. 

“Grazie al presidente per l’impegno”

Ripensando al mio primo incontro ufficiale in Regione nel maggio del 2011, nel primo mandato da Sindaco – dice il primo cittadino Giovanni Bontempi – in cui era lunga la lista dei problemi da risolvere per la UMI1, oggi posso dire che si è raggiunto un grande risultato che ci restituisce una Nocera più bella e funzionale di prima. Ringrazio il Presidente Luciano Broglia per l’impegno, la professionalità e la determinazione con la quale ha guidato il Consorzio raggiungendo questo importante traguardo. Fondamentale la sua pazienza nel raccordare tutte le figure coinvolte nelle varie fasi dei lavori”.

“Una grande emozione tornare nel centro storico”

Dal sindaco anche un ringraziamento all’ingegner Enrico Biscontini, ed a tutto il gruppo dei tecnici che hanno collaborato con lui per le progettazioni e la direzione dei lavori. Un ringraziamento anche alle ditte, alla Regione Umbria e agli uffici tecnici del Comune di Nocera Umbra. “Un grazie alla Regione Umbria e agli Uffici Tecnici del Comune di Nocera Umbra“.

Le emozioni vissute nel ritornare a vivere i Portici, San Filippo ed i Lavatoi Storici restano nel cuore dei Nocerini e rappresentano garanzia di crescita per il futuro del nostro bellissimo Centro Storico“, conclude Bontempi.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!