Morte della piccola Greta, l'autopsia: annegamento e nessuna violenza

Morte della piccola Greta, l’autopsia conferma: annegamento e nessuna violenza

Redazione

Morte della piccola Greta, l’autopsia conferma: annegamento e nessuna violenza

In arrivo il nullaosta per la restituzione del corpo, poi le esequie
Gio, 14/05/2020 - 14:40

Condividi su:


Morte della piccola Greta, l’autopsia conferma: annegamento e nessuna violenza

E’ morta per annegamento Greta, la bambina di tre anni ritrovata senza vita martedì, in una piscina di una villa poco lontano da casa, nella zona di Pontecentesimo di Foligno. Il medico legale Sergio Scalise Pantuso, nell’autopsia, non ha ritrovato sul corpicino alcun segno di costrizione o altri elementi che possano far pensare all’intervento di terzi.

Le tempistiche

Quanto alle tempistiche, l’allarme è stato dato intorno alle 13.30 e alle 16.30 è stata ritrovata dall’elicottero dei Carabinieri. In quel lasso di tempo, al massimo una quarantina di minuti dopo la scomparsa, Greta sarebbe finita in piscina. Sul suo corpo qualche graffio, compatibile con l’ipotesi che i cani abbiano provato a salvarla.

Il nullaosta

Il pm di Spoleto, Elisa Iacone, entro breve firmerà il nullaosta e restituirà il corpo alla famiglia, per provvedere alle esequie.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!