Mistero del fantasma lago Trasimeno, l'ironia di Facebook - Tuttoggi

Mistero del fantasma lago Trasimeno, l’ironia di Facebook

Sara Minciaroni

Mistero del fantasma lago Trasimeno, l’ironia di Facebook

Il popolo della rete si mobilita a 'caccia' delle misteriose apparizioni / Pellegrinaggio di curiosi a Sant'Arcangelo di Magione
Gio, 05/03/2015 - 07:18

Condividi su:


C’è di tutto. Si è scatenata la fantasia degli utenti di Facebook sulla notizia di Tuttoggi.info (FANTASMA AL TRASIMENO”, TRA AVVISTAMENTI E BUFALE IL “MISTERO” INVADE IL WEB), riguardante il diffondersi di strani avvistamenti al semaforo della frana di Sant’Arcangelo. Ora l’ironia ha preso il sopravvento, e per fortuna.

C’è chi si diletta in assurdi fotomontaggi che ritraggono clown, o personaggi famosi, addirittura il Presidente del Consiglio Renzi e consorte fermi al semaforo rosso in sembianze di fantasma. Chi passando al semaforo non resiste e gira un video. Chi usa lo stesso sfondo per prendere in giro un amico con la sua foto e chi gioca a trovare il fantasma più realistico. Eppure segnalazioni continuano ad arrivare, tra queste molte sono di chi vuole strappare un sorriso, altre di chi invece chiede rassicurazioni.

Sembra diventata una moda e l’argomento fa sorridere e condividere centinaia di commenti e post in tutto il Trasimeno ma non solo. Se gli avvistamenti sono stati un trucco per riportare l’attenzione sulla mancata rimozione della frana chi si è inventato un simile trucco non ha sbagliato un colpo. Uno degli aspetti più singolari è la sorta di pellegrinaggio di curiosi che partono apposta in macchina per andare a vedere “il fantasma del semaforo”.

Eppure c’è chi continua comunque a sostenere la tesi del paranormale, asserendo di aver visto strane forme e di essere rimasto vittima in loco di singolari fenomeni: fari che si spengono e si riaccendono da soli come per magia, forme antropomorfe che si compongono sulle rocce e così via, fino ad arrivare a chi candidamente ammette: “io ai fantasmi non ci credo, ma li la notte è isolato, è tanto buio, bisogna aspettare fermi e a me un po’ di ansia viene comunque”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!