Maltempo, Scheggia la più colpita nell'Eugubino | Cantiano inondata da acqua e fango ma "non ci sono feriti" - Tuttoggi

Maltempo, Scheggia la più colpita nell’Eugubino | Cantiano inondata da acqua e fango ma “non ci sono feriti”

Davide Baccarini

Maltempo, Scheggia la più colpita nell’Eugubino | Cantiano inondata da acqua e fango ma “non ci sono feriti”

Ven, 16/09/2022 - 11:24

Condividi su:


Ancora chiuse Flaminia e Contessa per numerose frane e smottamenti, a Scheggia esondato il Sentino | Il paese marchigiano in ginocchio ma il sindaco rassicura "né feriti né dispersi"

All’indomani della terribile ondata di maltempo che ha colpito Umbria e Marche, anche l’Eugubino cerca di rialzarsi facendo la conta dei danni.

La zona più colpita del Comune è stata quella ad Ovest, dove allagamenti, frane e smottamenti si sono verificati soprattutto tra Semonte e Mocaiana, con diverse piante cadute sulla strada. Danni ingenti li ha fatti anche il torrente Burano, esondato a San Bartolomeo, allagando tutto ciò che ha incontrato, abitazioni e strade.

Non sta meglio Scheggia – la più colpita dell’Umbria insieme a Pietralunga – dove è esondato il fiume Sentino che, oltre ad allagare le case, specie nella frazione di Ponte Calcara, ha reso le strade dei veri e propri fiumi in piena. Frane e smottamenti si sono registrati anche in abitazioni private. Un’ordinanza del sindaco ha chiuso anche qui tutte le scuole del Comune, in attesa che la viabilità venga ripristinata.

Anas, da ieri pomeriggio, ha chiuso al traffico le strade statali 3 “Via Flaminia” e 452 “Della Contessa”: la prima a causa di diverse frane tra i Comuni di Cantiano (PU) e Scheggia e Pascelupo; la seconda per altrettanti allagamenti, ancora nel territorio comunale di Cantiano, letteralmente “sommerso” dalla bomba d’acqua di ieri, che oggi ha lasciato fango e danni in tutto il centro storico e non solo.

La situazione del paese marchigiano, dove la piazza principale è rimasta sotto mezzo metro d’acqua fino a stamattina, è quella più critica al confine umbro-marchigiano. Fortunatamente, a dispetto della provincia di Ancona dove ci sono stati morti e dispersi, “a Cantiano – ha fatto sapere il sindaco Alessandro Piccini – non abbiamo notizie di feriti o dispersi. Tutte le persone fisiche stanno bene. Ingenti invece i danni a patrimonio pubblico, attività d’impresa e privati cittadini”.

Ma perché un maltempo tanto violento? “Una linea di convergenza che dal senese ha attraversato l’Altotevere si è infilata tra i monti Cucco e Catria – hanno spiegato gli esperti di Umbria Meteoscaricando in sole 7 ore 315 mm di pioggia a Cantiano e 180 mm a Scheggia“, contro una media di precipitazioni che a settembre, in queste due zone, si attesta di solito tra i 75 e i 100 mm.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!