Maltempo, bomba d'acqua mette in crisi aziende | "Danni per un milione di euro" - Tuttoggi

Maltempo, bomba d’acqua mette in crisi aziende | “Danni per un milione di euro”

Redazione

Maltempo, bomba d’acqua mette in crisi aziende | “Danni per un milione di euro”

Confartigianato Imprese Terni chiede lo stato di emergenza e comunque un intervento immediato della Regione
Sab, 13/06/2020 - 09:49

Condividi su:


Maltempo, bomba d’acqua mette in crisi aziende | “Danni per un milione di euro”

Maltempo – La bomba d’acqua che ha colpito l’amerino ha creato grandi disagi anche a livello economico sulla zona industriale del comprensorio.

Stato di emergenza

Per questo Confartigianato Imprese Terni chiede lo stato di emergenza e comunque un intervento immediato della Regione per concedere aiuti alle imprese duramente colpite dagli allagamenti determinati dalla bomba d’acqua che ha interessato i comuni dell’amerino (in particolare i territori di Guardea, Avigliano, Montecastrilli) nella serata di lunedì scorso.

Danni ingenti

Molto ingenti sono i danni lamentati dalle imprese delle zone artigianali di vocabolo Rena, Palombaro, Castel dell’Aquila colpite e che hanno fermato le attività con necessità urgente di sostituzione di impianti e merci deteriorati, interventi edilizi e impiantistici di recupero della funzionalità degli edifici e delle aree produttive.

Imprese in crisi

Le imprese del territorio già in crisi a causa delle conseguenze economiche dell’epidemia da coronavirus si trovano oggi a fronteggiare un ulteriore evento calamitoso che mette a rischio la tenuta stessa del tessuto produttivo. Al di là delle procedure burocratiche e delle diverse normative applicabili Confartigianato Terni ritiene urgente che le istituzioni mettano in campo subito degli aiuti specifici ed efficaci a difesa delle imprese e dell’occupazione.

Danni per un milione di euro

Anche la Regione Umbria a voce dell’consigliere Daniele Nicchi (Lega presidente Prima Commissione) ritiene “necessario il riconoscimento dello stato di emergenza al fine di poter ottenere stanziamenti atti alla copertura dei danni e per la ripartenza di tutte le attività produttive. Da una prima stima i danni ammontano abbondantemente oltre un milione di euro”, dopo aver incontrato, ieri, i sindaci di Avigliano Umbro Luciano Conti e Fabio Angelucci di Montecastrilli per un esame della situazione.

“Nel corso dell’incontro – fa sapere Nicchi -, i Sindaci e alcuni tecnici del Comune hanno fatto la conta dei danni, sollecitando un interessamento presso la Protezione civile per il ripristino delle attività interrotte e procedere alla messa in sicurezza di animali e macchine agricole”.

Nicchi si è impegnato a “presentare urgentemente le istanze dei Sindaci e dei titolari delle aziende all’Assemblea legislativa e alla Giunta regionale”

Articolo aggiornato alle 12:30
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!