La strada è pronta da un anno, ma niente auto

La strada è pronta da un anno, ma niente auto

Redazione

La strada è pronta da un anno, ma niente auto

I dubbi della Lega sulle opere del Paim Franchi
Mar, 25/08/2020 - 07:56

Condividi su:


La strada è pronta da un anno, ma niente auto

La strada è pronta da un anno, ma niente auto. Dubbi sulla nuova strada per la stazione a Bastia Umbra. Una strada terminata appunto da un anno e collaudata con esito positivo, ma ancora chiusa al traffico. Per questo il gruppo consiliare della Lega, con le consigliere Catia Degli Esposti e Jessica Migliorati, ha presentato un’interrogazione al sindaco e all’assessore all’Urbanistica per capire quale sia il problema che impedisce l’apertura della strada e in generale sui lavori di urbanizzazione e viabilità relativi al Paim Franchi.

Le opere della viabilità

Un anno fa, con una lettera protocollata dal Comune il 9 agosto 2019 (n. 25635) la società Prelios spa comunicava l’ultimazione parziale dei lavori di urbanizzazione e viabilità relativi al Paim Franchi. Comunicazione relativa al tratto da via Firenze sino alla svincolo per la stazione; alla nuova strada per la stazione; al parcheggio; alla strada da via del Conservificio fino alla rotatoria; delle due rotatorie (alle Poste e all’ingresso delle OfficineFranchi); del tratto da quest’ultima rotatoria.

Documento nel quale la società precisa che non c’erano lavorazioni non complete.

Lo stesso giorno, con protocollo n. 35626 l’architetto Brozzetti forniva all’amministrazione comune di Bastia la documentazione relativa al collaudo tecnico – amministrativo di queste opere.

Ma l’amministrazione comunale prendeva in consegna tutte queste opere fatta eccezione per il tratto di strada che da via Firenze riporta in via del Conservificio e la nuova strada per la stazione.

Nuovo cantiere

Il 20 agosto l’assessore Fratellini in un comunicato dichiarava “che quel tratto di viabilità non è ancora aperta perché le opere non sono completate come dovrebbero. Mi danno assicurazione i responsabili dell’impresa incaricata dei lavori che il cantiere sarà riaperto il 24 agosto ’20”.

L’interrogazione della Lega

Parole sulle quali il gruppo della Lega chiede chiarezza. Nell’interrogazione Degli Esposti e Migliorati chiedono le motivazioni per cui il tratto di strada che collega con via del Conservificio e la nuova strada per la stazione non siano state prese in consegna e rese fruibili ai cittadini. E chiarimenti circa l’incongruenza tra quanto dichiarato da Prelios spa ed accertato dal collaudo effettuato dall’architetto Brozzetti (opere regolarmente eseguite) con conseguente riduzione della polizza fideiussoria e la dichiarazione dell’assessore Fratellini che, al contrario, afferma che le stesse sono ancora da completare.

Nell’interrogazione si chiede, inoltre, di precisare perché la nomenclatura della viabilità del piano indicata nelle relative planimetrie è diversa negli atti relativi al collaudo da quella, invece, relativa alla presa in carico parziale della viabilità.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!