La professoressa Mecucci nel Consiglio superiore di sanità

La professoressa Mecucci nel Consiglio superiore di sanità

Redazione

La professoressa Mecucci nel Consiglio superiore di sanità

Gio, 03/03/2022 - 08:05

Condividi su:


Riconoscimento per la neo direttrice della Struttura complessa di Ematologia con Trapianto di Midollo osseo e ordinario di malattie del sangue dell’Università di Perugia

Cristina Mecucci, neo direttrice della Struttura complessa di Ematologia con Trapianto di Midollo osseo e ordinario di malattie del sangue dell’Università di Perugia è stata nominata membro del Consiglio superiore di sanità.

Come noto il Consiglio superiore di sanità viene rinnovato ogni 3 anni ne fanno parte 29 componenti “di diritto” accanto ai quali vengono nominati altri 30 componenti scelti tra i massimi esperti in materia sanitaria, tra questi la professoressa Mecucci.

Grande soddisfazione per la nomina anche da parte del Comitato per la Vita “Daniele Chianelli”, che da 32 anni sostiene la ricerca nel campo di leucemie, linfomi e mielomi. Oltre a dirigere da pochi mesi la Struttura di Ematologia, infatti, Mecucci è una ricercatrice di fama internazionale ed è alla guida del laboratorio di Citogenetica dell’Università degli Studi di Perugia. La professoressa Mecucci è anche responsabile della struttura semplice di Genetica e Genomica dei tumori ed è infatti membro di numerose società scientifiche italiane e internazionali.

“Siamo felici e fieri – ha detto il presidente del Comitato per la Vita, Franco Chianelli – per questo eccellente riconoscimento al lavoro della professoressa Mecucci. In questi anni abbiamo creduto fermamente nei suoi progetti di ricerca e siamo stati tenacemente al suo fianco, finanziando il suo lavoro. La ricerca è la vera arma vincente per sconfiggere queste malattie. Questo incarico conferma anche il prestigio dell’Istituto di Ematologia dell’Università di Perugia elevato ai massimi livelli internazionali dal professor Massimo Fabrizio Martelli al quale va il merito di aver costruito una straordinaria squadra di medici e ricercatori: i professori Andrea Velardi e Franco Aversa e la dottoressa Alessandra Carotti nel campo del Trapianto, il professor Brunangelo Falini, con le sue importantissime scoperte nel campo della leucemia mieloide e a cellule capellute, il compianto professor Antonio Tabilio e la dottoressa Franca Falzetti titolari del laboratorio di differenziazione cellulare e ovviamente la professoressa Mecucci, i cui meriti scientifici varcano i confini nazionali. E in campo clinico con i dottori Stelvio Ballanti, Flavio Falcinelli, Leonardo Flenghi, Adelmo Terenzi. Una tradizione che prosegue con una eccellente gruppo di giovani scienziati: la professoressa Maria Paola Martelli, la dottoressa Loredana Ruggeri, il dottor Antonio Pierini, il professor Enrico Tiacci per fare soltanto alcuni nomi. Alla Professoressa Mecucci, orgoglio dell’Istituto, i nostri migliori auguri per questo importante e meritato riconoscimento a livello nazionale”.

Soddisfazioni per la nomina è stata espressa anche dal magnifico rettore, Maurizio Oliviero, e dal direttore generale facente funzioni dell’Azienda ospedaliera, Giuseppe De Filippis.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!