Inchiesta Gesenu, AD Gentile "sono sereno" | Continuano le indagini - Tuttoggi

Inchiesta Gesenu, AD Gentile “sono sereno” | Continuano le indagini

Redazione

Inchiesta Gesenu, AD Gentile “sono sereno” | Continuano le indagini

Presentato a Perugia con le scuole "Riciclo, che classe"
Mer, 21/10/2015 - 19:33

Condividi su:


“Male non fare, paura non avere“: con questa massima l’amministratore delegato della Gesenu, Silvio Gentile, ha risposto stamani ai giornalisti in merito all’inchiesta relativa alla Gesenu che lo vede coinvolto insieme agli altri 14 indagati. Prima della presentazione a Perugia, in una Sala dei Notari gremita, dell’iniziativa di educazione ambientale rivolta alle scuole, “Riciclo, che classe”, l’ad di Gesenu si è detto “sereno“, visto che, come ha aggiunto, “al momento non conosciamo le contestazioni specifiche e per quanto mi riguarda non ho competenze dirette nelle materie interessate nell’inchiesta“.
Le persone che stanno ai vertici – ha sottolineato Gentile – sono sempre quelle che rispondono per prime. La magistratura ora farà le sue verifiche e vedremo poi se ci sono stati comportamenti di singoli contrari alla legge”.
“Ad oggi la nostra posizione è trasparente e serena e seguiamo con attenzione l’evoluzione dell’inchiesta“, ha detto ai giornalisti Luca Marconi, presidente della Gesenu. “Siamo fiduciosi – ha proseguito Marconi – visto anche che abbiamo collaborato fin dalle prime fasi raccogliendo tutto il materiale richiesto e quando ci saranno i primi riscontri ci muoveremo di conseguenza”.

Terremoto rifiuti Gesenu e Tsa, cresce numero indagati: Oggi e domani ispezioni a Borgo Giglione

L’ad Silvio Gentile era a Palazzo dei Priori per la presentazione di “Riciclo, che classe, è l’ora dell’ambiente”, nuovo progetto di educazione ambientale per le scuole di Gesenu, con il patrocinio del Comune di Perugia. Va ricordato, infatti, che a partire dall’anno scolastico 2015/2016 l’educazione ambientale è stata riconosciuta materia scolastica obbligatoria nei piani didattici a livello statale. A questo proposito le competenze degli educatori ambientali di Gesenu sono state accreditate istituzionalmente per la formazione degli allievi e degli insegnanti.

L’educazione ambientale contribuisce infatti a sviluppare il senso civico dei giovani e diffonde la cultura della partecipazione e della qualità dell’esistenza. Tra gli obiettivi di Gesenu spicca, altresì, la ricerca di soluzioni per eliminare gli effetti negativi delle attività dell’uomo, soluzioni che si stanno sempre più concentrando sulla prevenzione del rifiuto e sul riciclo dei materiali.  Da qui la necessità di differenziare a monte i rifiuti, per destinarli in base alla loro tipologia di raccolta in filiere di valore sempre più capaci di creare una nuova produzione e conseguente economia circolare.  Educare al rispetto della natura, al decoro, alle buone pratiche, al consumo e all’uso responsabile, significa rivolgere un’attenzione al futuro.
L’esperienza fin qui acquisita con progetti rivolti alle scuole e alla cittadinanza hanno sviluppato una metodologia efficace in contesti formativi dove, ogni individuo, diventa “costruttore” attivo di conoscenza. I dati lo confermano: al precedente progetto hanno partecipato oltre 21mila ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado.
Secondo quanto riferito dai vertici dell’azienda, l’educatore ambientale è a tutti gli effetti una figura che interviene come mediatore culturale per raggiungere il tanto ambito sviluppo sostenibile. Una figura che Gesenu ha visto nascere al suo interno e che si è perfezionata ed evoluta in aree di staff professionali che interagiscono con tutti gli altri soggetti pubblici e privati preposti, in particolare con le scuole, con i Comuni e con l’azienda Gesenu stessa. Gesenu ed il Comune di Perugia sono impegnati da trent’anni con iniziative rivolte alle scuole ed al sistema scolastico.
Ogni progetto si è distinto per creatività ed originalità; è recente il successo dell’ultimo evento dal titolo “Fate i Secchioni”, organizzato proprio per festeggiare il trentesimo anno di educazione al rispetto per l’ambiente e che ha coinvolto, come sempre, alunni, personale docente e non docente, cittadinanza. Anche per il nuovo anno scolastico l’intento è quello di fornire le conoscenze sul processo qualitativo del ciclo dei rifiuti al fine di stimolare l’apprendimento collettivo sulla classificazione dei materiali e sulla loro differenziazione.
Entrando nel dettaglio, per fornire un valido supporto logistico all’insegnamento di questa materia, da quest’anno Gesenu propone alle scuole l’esperienza di una lezione presso un’aula verde (a Ponte Felcino), ossia uno spazio allestito per una didattica a completo contatto con la natura.
Le tematiche si svilupperanno con una parte teorica, una fase pratica, ed infine, con l’ecofficina, laboratorio ecologico di riciclo creativo. Ogni lezione avrà una didattica diversificata per fasce di età.
Gesenu garantirà il trasporto gratuito degli studenti per partecipare alle lezioni che avranno una durata di un’ora e trenta minuti ciascuna. Anche il materiale didattico e laboratoriale verrà fornito gratuitamente da Gesenu. Ogni scuola potrà iscrivere un massimo di 25 alunni. Le lezioni sono a numero chiuso per garantire la migliore e più efficace programmazione.
Per partecipare al progetto le scuole dovranno richiedere e poi inviare il modulo di iscrizione entro e non oltre il 20 Novembre 2015.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!