IL GIRO D'ITALIA DEI VEICOLI ELETTRICI FA TAPPA A PERUGIA. CONSEGNATA UNA TARGA PER LA PROMOZIONE DELL'ENERGIA VERDE - Tuttoggi

IL GIRO D'ITALIA DEI VEICOLI ELETTRICI FA TAPPA A PERUGIA. CONSEGNATA UNA TARGA PER LA PROMOZIONE DELL'ENERGIA VERDE

Redazione

IL GIRO D'ITALIA DEI VEICOLI ELETTRICI FA TAPPA A PERUGIA. CONSEGNATA UNA TARGA PER LA PROMOZIONE DELL'ENERGIA VERDE

Lun, 09/05/2011 - 14:27

Condividi su:


Partito da Todi lo scorso settembre, ha fatto ritorno a Perugia oggi il “giro d'Italia” a emissioni zero di “Corrente in movimento”. In casuale concomitanza con il più noto “giro” del ciclismo, l'iniziativa di corrente in movimento in questione ha il fine di promuovere le energie rinnovabili attraverso un tour delle principali città italiane, ovviamente a bordo di un'auto elettrica, dove di volta in volta vengono visitati i protagonisti della “green economy” locale.

L'auto in questione, una Fiat 500 modificata con un motore elettrico è partita stamattina dal parco dell'Energia Rinnovabile di Guardea, in provincia di Terni, dove era giunta ieri da Roma, dove aveva festeggiato la giornata nazionale della bicicletta. Al suo seguito, la carovana di scooter elettrici.

Dopo l'arrivo nel centro di Perugia, il comune, per mano dell'assessore all'Ambiente Lorena Pesaresi, ha donato al presidente dell'associazione Corrente in movimento” Francesco Petracchini una targa, “per gli sforzi compiuti nell'ambito della promozione della mobilità sostenibile e dell'utilizzo di energia da fonti rinnovabili”.

Dopo la consegna, la carovana è ripartita alla volta della “Casa passiva”, progettata in un'ottica di sostenibilità totale dall'architetto Francesco Masciarelli in località Fontana, appena fuori Perugia.

L'auto protagonista del viaggio di sensibilizzazione, sostanziale sponsor del tragitto che ha toccato quasi tutta l'Italia, da Lodi a Salerno, è stata modificata dall'azienda Microvett ed è attualmente in commercio al prezzo di 40 mila euro, un'autonomia di 145 km circa, con tempi di ricarica che vanno dalla 1/2 ora nella presa industriale alle 8 ore nella presa civile.

foto Stefano Dottori

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!