Fondazione Carifol: una mostra con le tavole di Giovanni di Corraduccio

Fondazione Carifol in prima fila per la mostra con le tavole di Giovanni di Corraduccio

Redazione

Fondazione Carifol in prima fila per la mostra con le tavole di Giovanni di Corraduccio

Gio, 07/07/2022 - 12:13

Condividi su:


La mostra verrà inaugurata sabato 9 luglio alle 18.30 e si svolgerà presso la chiesa di San Francesco.

Fondazione Carifol in prima fila per la mostra con le tavole di Giovanni di Corraduccio, in programma a Trevi. Per l’ente di Palazzo Cattani è prioritaria, tra le finalità di interesse pubblico e di utilità sociale perseguite, la promozione e valorizzazione del patrimonio storico-artistico del territorio in uno con la preservazione dell’identità di una comunità.

Le tavole narrative di Giovanni di Corraduccio

In quest’ottica si colloca l’operazione culturale voluta e realizzata dal Comune di Trevi rispetto alla quale la Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno non ha voluto far mancare il suo apporto nella consapevolezza dell’unicità e della raffinata ricerca che sottende l’esposizione, del suo valore in termini artistici e in chiave di ricerca storica. Un’occasione unica, quindi, che potrà permettere di confrontare alcune tavole narrative di Giovanni di Corraduccio pittore “fulignate” e che rappresenta il frutto della volontà dell’amministrazione comunale di Trevi e di un’indagine storica sugli antichi monasteri femminili trevani da cui provengono queste tavole.

Tonti: “Un lavoro corale”

Il Presidente della Fondazione Carifol, Umberto Nazzareno Tonti: “Siamo molto soddisfatti di questa sinergia pubblico-privato che ha assicurato una preziosa mostra e spunti per ricerche storico-artistiche e siamo certi che i risultati dell’impegno tenacemente perseguito dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno saranno ancora una volta condivisi ed apprezzati, nel convincimento di lavorare per il bene della collettività e per la crescita culturale delle generazioni future. Non a caso occorre ricordare la volontà dell’amministrazione comunale, la disponibilità di collezionisti illuminati, il pregevole lavoro competente ed appassionato del prof. Andrea De Marchi, curatore della mostra e del relativo catalogo, che, con Giulia Mancini e Federico Donnini, ha saputo ricostruire la vicenda e la storia di tali opere d’arte esaltandone il contesto e la funzione. Un lavoro corale che troverà la sua consacrazione nella pubblicazione realizzata dalla casa editrice Edizioni Orfini Numeister di Foligno certi dell’importanza della diffusione e conoscenza di un patrimonio e di una ricchezza immateriale da tramandare e preservare”.

La mostra verrà inaugurata sabato 9 luglio alle 18.30 e si svolgerà presso la chiesa di San Francesco.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!