Ex Gruppo Novelli, sequestrate le società agricole

Ex Gruppo Novelli, sequestrate le società agricole

Provvedimento del Tribunale di Castrovillari eseguito dalla Finanza nei confronti del gruppo iGreco | L’annuncio del curatore a lavoratori dell’Umbria

share

Sotto sequestro Bioagricola, Fattorie e Cantine Novelli. E’ il clamoroso provvedimento del Tribunale di Castrovillari, su richiesta della locale Procura, eseguito dalla finanza nei confronti delle tre società agricole ex Gruppo Novelli, passate per un breve periodo ad Alimentitaliani e poi cedute ad altre società del gruppo iGreco.

A darne notizia ai lavoratori umbri sono stati oggi i curatori fallimentari di Alimentitaliani durante un incontro programmato che si è tenuto a Terni stamattina proprio per fare il punto sulla complicata situazione che coinvolge centinaia di lavoratori. Custode legale delle tre società che comunque prima o poi sarebbero dovute tornare in capo ad Alimentitaliani è stata nominata proprio la curatela di quest’ultima società fallita a dicembre scorso.

“Questo provvedimento – commentano Fai, Flai e Uila – di fatto garantisce la continuità aziendale e produttiva, riportando il tutto nel perimetro del gruppo. Il percorso è ancora da definire, ma la curatela ha ripreso il possesso della gestione complessiva e pertanto può iniziare a lavorare per la valutazione delle intere attività, cosa che ad oggi non era del tutto scontata.


Gruppo Novelli – Alimentitaliani, tutti gli articoli


Per le OO.SS FAI FLAI e Uila è chiaro che il percorso deve essere trasparente e che vogliamo continui aggiornamenti sulla gestione, a salvaguardia dei lavoratori e lavoratrici coinvolti. Inoltre alle istituzioni chiederemo un incontro per vigilare su eventuali soggetti che si presenteranno in sede di offerta di acquisto. Seguiranno incontri di sito per affrontare le tematiche e problematiche che interessano le singole realtà, già dal 14 marzo. Abbiamo inoltre sottoscritto la voltura della cigs e richiesto e sottoscritto un impegno su proroga e sulla rivisitazione della strumento in scadenza a Maggio 2018″.

share

Commenti

Stampa