Mettono a rischio la propria incolumità, encomio solenne per 3 agenti della polizia locale

Mettono a rischio la propria incolumità, encomio solenne per 3 agenti della polizia locale

Redazione

Mettono a rischio la propria incolumità, encomio solenne per 3 agenti della polizia locale

Gio, 28/01/2021 - 09:30

Condividi su:


Mettono a rischio la propria incolumità, encomio solenne per 3 agenti della polizia locale

Per ore e ore hanno tenuto a bada un giovane di Bastia Umbra, che teneva sotto scacco la sua famiglia brandendo un coltello: encomio solenne per 3 vigili

Per ore e ore hanno tenuto a bada un giovane di Bastia Umbra, che teneva sotto scacco la sua famiglia brandendo un coltello. Fino al suo arresto, avvenuto insieme ai carabinieri poi intervenuti. Per questo i tre agenti della polizia locale bastiola hanno ricevuto mercoledì un encomio solenne da parte del Comune.

I premiati con l’encomio solenne

L’attestato di encomio solenne è stato rilasciato all’Appuntato Ombretta Lucarelli e agli Agenti di Polizia Locale Nicola Cuppoloni e Marco Montanucci, in esecuzione della delibera di Giunta n. 18 del 26 gennaio. Un riconoscimento “Per la rilevanza dell’operazione portata a termine, la capacità professionale dimostrata, le doti umane ed operative espresse e l’alto senso del dovere con cui hanno dato prestigio all’Amministrazione Comunale di Bastia Umbra e a tutto il Corpo di Polizia Locale”.

Il Sindaco e la Giunta Comunale hanno preso la decisione di rilasciare l’Encomio Solenne edotti dalla Comandante del Corpo di Polizia Locale, Magg. Carla Menghella, delle modalità dell’azione condotta dai tre agenti durante il servizio del 16 gennaio scorso con coraggio e determinazione presso un’abitazione privata di Bastia Umbra. I tre vigili urbani, infatti, hanno messo a rischio la propria incolumità per salvaguardare i componenti di una intera  famiglia.

L’intervento, iniziato  alle 16 si è potuto concludere solamente alle 3 del mattino successivo dopo che, in collaborazione con la locale Stazione dei Carabinieri, l’autore del gesto veniva tratto in arresto e condotto al Carcere di Perugia Capanne. 

La lettera del sindaco

Il sindaco Paola Lungarotti, a nome della Giunta Comunale, in una lettera rivolta agli agenti si è cosi espressa

Con il vostro coraggioso lavoro avete dimostrato capacità, spirito di gruppo e determinazione nell’ottenere la buona riuscita dell’intervento che la situazione vi richiedeva.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!