Elezioni Terni, PD allo sbando | Arriva il segretario reggente Maurizio Martina - Tuttoggi

Elezioni Terni, PD allo sbando | Arriva il segretario reggente Maurizio Martina

Luca Biribanti

Elezioni Terni, PD allo sbando | Arriva il segretario reggente Maurizio Martina

Il centrodestra si compatta, la prossima settimana il nome del candidato sindaco
Ven, 06/04/2018 - 12:39

Condividi su:


Prosegue, o meglio non prosegue, la tormentata marcia del Pd verso le prossime elezioni comunale di giugno; questa mattina era prevista una conferenza stampa della segretaria Sara Giovannelli nella sede di Via Mazzini, ma all’ultimo è stata annullata. Motivo ufficiale sarebbe un imprevisto di lavoro per l’avvocatessa ternana che sarebbe stata impegnata in tribunale, ma non può sfuggire, in termini cronologici, che nella giornata di ieri c’è stata l’assemblea comunale che avrebbe dovuto dare un indirizzo politico preciso nella scelta del candidato sindaco dem.

Avrebbe.

In realtà, durante l’assemblea, sono emerse tutte le criticità che il Partito Democratico deve affrontare in questo difficile periodo, che hanno reso la discussione piuttosto accesa. Non c’è accordo praticamente su nulla e si litiga su tutto. A partire dal possibile candidato sindaco.

La segretaria comunale Sara Giovannelli vorrebbe infatti proporre un percorso condiviso, non solo all’interno del partito, ma anche alle ‘forze’ esterne, comprese le varie formazioni tradizionalmente vicine al Pd o comunque satelliti.

Oltre ad aver incassato diversi ‘no’, la Giovannelli deve far fronte al tempo che stringe (consegna delle liste fissata all’11 maggio) e alle altre forze politiche che invece hanno le idee piuttosto chiare.

Con i ‘big’ del partito Eros Brega e Gianluca Rossi assenti (e ormai defilati), è stato Fabio Paparelli ad aver fatto la ‘voce grossa’, sostenendo con forza la necessità di individuare un candidato sindaco nel mondo civico ed ‘esterno’ al partito per ricompattare l’elettorato.

Sostanzialmente, dunque, l’assemblea è servita solo a ribadire la profonda crisi dei dem che anche nella giornata di domani lavoreranno per trovare punti in comune. È atteso infatti un incontro tra la segreteria comunale e gli esponenti della mozione “Nativi Democatici” che vogliono ‘rifondare’ sia le modalità che i contenuti con i quali agisce il partito e aspirano a un congresso che possa cambiare l’attuale classe dirigente politica nei confronti della quale i Nativi sono molto critici.

Sarà dunque difficile che si trovi un accordo anche con loro e molto probabilmente questa fase di totale blocco potrà essere superata con l’arrivo del segretario nazionale reggente Maurizio Martina per il direttivo regionale.

Molto più serena la situazione in casa M5S che ha già pronta la lista dei 32 e il nome del candidato sindaco, molto probabilmente Thomas De Luca, che dovranno ora superare l’esame di candidabilità dei vertici nazionali.

Il centrodestra rivelerà invece il suo candidato dopo il vertice previsto per i primi giorni della prossima settimana. Forza Italia si è riunita nel coordinamento comunale e provinciale, con Catia Polidori e Raffaele Nevi a comandare i lavori che hanno dato una indicazione importante sulle intenzioni del partito ‘azzurro’: “Scopo dell’incontro – fanno sapere i vertici forzisti – è stato quello di fare il punto circa lo stato dell arte della composizione della lista del partito e della definizione del miglior metodo possibile per individuare la candidatura a sindaco per il cdx.

Il coordinamento provinciale e comunale ritengono unanimemente che l obiettivo imprescindibile del partito è quello di mantener in linea con il contesto nazionale e regionale l’unità del cdx.
Non stati fatti nomi e discussioni di sorta circa le ipotesi di candidatura a sindaco, in quanto ciò che ha valore per quanto ci riguarda è avere una soluzione che traguardi al criterio dell’unita delle forze di cdx e aggreghi il più possibile le altre forze civiche. Come dimostrato dalle recenti elezioni solo così si può essere competitivi e vincenti”.

La lista dell’ipotetica coalizione sembra essere già a buon punto, mentre c’è ancora da discutere per far convergere il favore di tutte le forze sul nome del candidato sindaco. I nomi che sembrano più accreditati per guidare la coalizione di centrodestra sono 3 in particolare: Giorgio Deodato Norcia, Cristiano Ceccotti e il giudice Angelo Matteo Socci.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!