Elezioni Terni, PD al veleno, candidato l’ex PCI Angeletti | I nomi delle prime liste

Elezioni Terni, PD al veleno, candidato l’ex PCI Angeletti | I nomi delle prime liste

Si definisce il quadro politico in vista delle elezioni comunali di giugno

share

Paolo Angeletti, ingegnere di 72 anni ed ex dirigente del Pci, sarà il candidato sindaco del Pd alle prossime comunali di giugno. La decisione è arrivata dopo un estenuante iter politico che ha definitivamente sfibrato il Partito Democratico. Più volte il dem avevano dichiarato la volontà di puntare al cambiamento e di voler guardare al mondo civico: la scelta di un uomo ‘maturo’ come Angeletti ed ex dirigente del Pci certo tradisce le intenzioni, ma può avere un senso politico alla luce di quanto accade in queste ore in Via Mazzini. In un momento in cui la Segreteria non ha più in mano la situazione, dopo i ‘no’ incassati dai vertici dem alle varie richieste di candidatura, le defezioni, i passi indietro, le vendette trasversali interne, si è voluto scegliere la soluzione più ‘comoda’.

Sapendo bene di avere pochissime possibilità di vittoria, per usare un eufemismo, il Pd si è affidato a una figura rassicurante che potesse quantomeno raccogliere il consenso dell’elettorato fedele, anche in considerazione del dato elettorale del 4 marzo scorso, dove il Pd ha raccolto il maggior numero di voti nella fascia di età degli over 60, per la quale è risultato il partito più votato.

Una strategia che serve solo a tamponare la contingenza, ma che non è sostenuta da un progetto politico di lungo raggio, visto anche l’andamento dell’assemblea che ha decretato la candidatura. Gli esponenti della mozione di Antonello Fiorucci dei “Nativi” si sono astenuti, mentre erano assenti quelli legati al dottor Alessandro Pardini che, a quanto pare, avrebbe intenzione di candidarsi con una lista autonoma. Lista che si andrebbe ad aggiungere alle altre 4 orientate a sinistra: “Prima Terni” di Andrea Rosati e “Senso Civico” di Alessandro Gentiletti con LeU, più moderate. Ancora più a sinistra ci sono poi Rifondazione Comunista con il candidato Mariano De Persio e Potere al Popolo con il candidato Emiliano Camuzzi; tutte anime che difficilmente potranno essere riunite in una coalizione, anche perché non avrebbe senso parlare di coalizione se il Pd dovesse presentare due candidati con l’inserimento di Pardini.

Daniele Latini per la Lega (si attende ancora che Forza Italia rompa gli indugi per appoggiarlo), Thomas De Luca per il M5S, Alessandro Gentiletti per TerniValley e LeU, Paolo Angeletti per il Pd, Mariano De Persio per il Partito Comunista, Emiliano Camuzzi per Potere al Popolo, Andrea Rosati con la lista “Terni Prima” e Piergiorgio Bonomi per Casapound; al momento sono questi i nomi in corsa per la poltrona di Palazzo Spada con la scadenza per la consegna delle liste fissata all’11 maggio prossimo.

Problema risolto per Alessandro Gentiletti che ha già presentato i suoi nomi: Antonio Iannoni, Jacopo Borghetti, Giancarlo Bertuzzi, Federica Burgo, Americo Campanari, Daniela Cioci, Alessandro Cirocch, Futura Ciotti, Veronica Contessa, Antonella Dello Stritto, Pier Giorgio Di Patrizi, Emanuele Di Benedetti, Filippo Formichetti, Giovanni Galli, Manuela Latin, Rita Mica, Leonardo Micheli, Alessio Molinar, Maria Rita Micheli, Andrea Pastore, Riccardo Pazienza, Cristiana Petrignani, Georgeta Poenaru, Massimiliano Proietti, Marco Ratin, Chiara Scialdone, Alessandro Venturi detto ‘Spartaco’, Nicola Zingarelli.

Anche il M5S ha espletato la pratica: Valentina Pococacio, Patrizia Braghiroli, Federico Pasculli, Serenella Bartolomei, Mara Beleggia, Gualtiero Bellezz, Paolo Cassetta, Stefano Ciuffetti, Marco Cozza, Oreste Crisostomi, Alessandro Fama, Claudio Fiorelli, Monica Francia, Gianluca Fucina, Francesca Gabassi, Mario Fabrizio Gallini, Damiana Lucentini, Davide Mancini
Filippo Giovanni Marasco, Matteo Mercuri, Francesca Monari, Fabio Moscioni, Antonio Oliva, Michele Palumbo, Michela Paterni, Claudio Pistelli, Francesco Porchetti, Valentina RossiSimona Silvi, Luca Simonetti, Comunardo Tobia, Marco Vignaroli.

Ecco invece la lista del candidato Mariano De Persio: Anna Zenon, Eduardo De Dominicis, Michele Paciaccion, Mario La Penna, Riccardo Martelli, Giovanni Giacomini, Guido Giacomini, Erica Giardinieri, Ivan William Clementucc, Mara Zenoni, Marco Agulli, Giuliano Guardaroba, Francesco Monticelli, Francesca Antonini, Flavio Morosini, Eleonora Trippa, Nello Zenoni, Angelica Trippa, Monica Gaetini, Filippo Capponi Brunetti, Isabella Zilahi De Gyurgyokai.

La lista di Potere al Polo di Emiliano Camuzzi: Pierluigi Rainone, Alessandro Angeletti, Brunello Arborio, Edoardo Attili, Nicolò Benedetti, Gabriele Berretta, Eva Bosi, Benedetta Calderigi, Federica Cesarini, Michael Chistolini, Elisa Giovenali
Roberto Grossi, Alice Longari, Barbara Maffione, Giorgia Mariucci, Nicolò Nannini, Andrea Olivi, Cinzia Ricci, Milena Rumuald, Francesco Scaccetti, Annamaria Scarficcia, Silvia Tobia, Valerio Tobia, Stefano Viali, Matteo Vitiello.

share

Commenti

Stampa