Elezioni, i verdi dialogano con i civici

Elezioni, i verdi dialogano con i civici

Europa Verde: saremo alla Costituente dell’Umbria dei Territori

share

In vista delle elezioni regionali di ottobre movimenti anche nell’area ambientalista. “Come Europa Verde – spiegano in una nota i coordinatori dei Verdi in Umbria Francesco Alemanni e Gianfranco Mascia – abbiamo da mesi avviato incontri con realtà civiche ed ecologiste in Umbria, come Noi Cittadini Perugia, Umbria dei territori e Coscienza Verde,  mettendo a disposizione il nostro progetto per dare vitalità alle tematiche legate ad ambiente, cambiamenti climatici, nuova occupazione, innovazione ed agricoltura di qualità nella regione. Ora le accelerazioni verso le elezioni regionali, con la data confermata del 27 ottobre, sono l’occasione giusta per raccogliere i frutti di questi mesi verso la formalizzazione di una nostra presenza elettorale in occasione di questo importante appuntamento“.

Ma questo potrà accadere – avvertono Alemanni e Mascia – solo se riusciremo ad aggregare tutti gli ecologisti e i civici della regione che hanno a cuore un futuro sostenibile e credono che  la realizzazione dei 17 obiettivi dell’Agenda ONU 2030 sia un passo sostanziale per contrastare l’emergenza climatica che anche in Umbria sta producendo e produrrà sempre più problemi ai cittadini, alla biodiversità e al sistema economico. Siamo consapevoli che muoversi in questa direzione voglia dire passare da un sistema centralista ad uno che partendo dalle competenze locali possa far crescere una intelligenza collettiva in grado di risolvere tutte le storture che i vecchi partiti hanno causato in questa Regione“.

Con queste premesse Umbria – Europa Verde parteciperà alla Costituente dell’Umbria dei Territori, che si terrà sabato 24 agosto a Todi. “Dove innanzitutto – concludono Alemanni e Mascia – ascolteremo e poi proporremo progetti e idee per una possibile collaborazione per risolvere la crisi istituzionali (che sono trascese anche nelle note vicende giudiziarie)  che rischia di mettere a freno le migliori energie presenti sul territorio“.

share

Commenti

Stampa