E45 Autostrada, Dottorini “Pedaggio inevitabile” / Raccolta firme on-line - Tuttoggi

E45 Autostrada, Dottorini “Pedaggio inevitabile” / Raccolta firme on-line

Davide Baccarini

E45 Autostrada, Dottorini “Pedaggio inevitabile” / Raccolta firme on-line

Il consigliere regionale Idv “ricorda” le conseguenze ambientali ed economiche / La petizione contro il progetto è anche su web
Gio, 12/06/2014 - 13:02

Condividi su:


Il consigliere regionale Oliviero Dottorini (Idv) è tornato ancora una volta sulla trasformazione in autostrada della E45 e, stavolta, sembra quasi invitare tutti ad una “concreta” presa di coscienza sul progetto e le sue dirette conseguenze. Dottorini vorrebbe soprattutto far chiarezza con i cittadini coinvolti, ribadendo che uno dei punti più discussi, il pedaggio, sarà inevitabile e, senza alcun dubbio, ci sarà.

Ambiente – La E45 autostrada, ribadisce il consigliere regionale, porterà anche notevoli cambiamenti soprattutto per l’intero paesaggio, compromettendone l’immagine di cuore verde dell’Umbria. “Con un cantiere ogni 18 chilometri – afferma Dottorini – e con più di 2 milioni di metri cubi di materiale estratto, quello della E45 risulta uno dei progetti ambientalmente più invasivi e logisticamente più assurdi”.

Pedaggio – Oltre al danno, la beffa si potrebbe dire. Il consigliere regionale, infatti, ci tiene molto a ricordare che tutto questo graverà anche sui bilanci delle famiglie, costrette a ripagare i costi per la realizzazione, circa 10 miliardi di euro, tramite un necessario pedaggio a carico, soprattutto, del traffico locale e dei pendolari. “Chi parla di esenzione – afferma Dottorini – o è uno sprovveduto oppure un furbo. Il pedaggio è infatti parte essenziale del progetto e la stessa Giunta, nel dare il suo parere favorevole alla trasformazione in autostrada, si è preoccupata non di richiedere l’esenzione dal medesimo per i residenti, quanto di assicurare qualche generica agevolazione”. Dire ‘Viva l’autostrada, ma senza pedaggio per i residenti’ significa dunque, per il consigliere Idv, “gettare fumo negli occhi ai cittadini, facendo loro credere che a pagare l’opera saranno solo gli automobilisti di altre regioni”.

La Petizione – Per questi ed altri motivi, ci tiene a ricordare Dottorini da presidente di “Umbria Migliore”, la petizione contro la trasformazione in autostrada della E45 sta riscuotendo un forte sostegno e, da oggi, sarà possibile apporre la propria firma anche on-line. “La raccolta firme sulla petizione regionale contro l’autostrada a pedaggio sta procedendo a forte ritmo con centinaia di cittadini che, nell’intera regione, si stanno mobilitando contro un progetto privo di ogni logica, sia economica che ambientale. Noi continueremo a raccoglierle. Abbiamo anche attivato la possibilità di firmare on-line all’indirizzo www.dottorini.com e saremo presenti nelle principali piazze dell’Umbria con i nostri banchetti a fare controinformazione nei confronti di chi tenta di mascherare l’impatto ambientale ed economico del nastro di asfalto e cemento che attraverserà l’Umbria ed altre regioni“.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!