Dopo cinque secoli può tornare in città la 'Madonna di Foligno' dipinta da Raffaello / Forse per San Feliciano - Tuttoggi

Dopo cinque secoli può tornare in città la 'Madonna di Foligno' dipinta da Raffaello / Forse per San Feliciano

Redazione

Dopo cinque secoli può tornare in città la 'Madonna di Foligno' dipinta da Raffaello / Forse per San Feliciano

Gio, 28/11/2013 - 15:02

Condividi su:


Dopo cinque secoli può tornare in città la 'Madonna di Foligno' dipinta da Raffaello / Forse per San Feliciano

'Stiamo lavorando da tempo per portare in città la Madonna di Foligno di Raffaello'. Il presidente dell’Ente Giostra, Domenico Metelli, sintetizza così la volontà di esporre a Foligno il celebre dipinto di Raffaello Sanzio. 'Dal 2004, quando lanciammo la petizione e la richiesta ai Musei Vaticani – spiega il presidente – non abbiamo mai smesso di impegnarci per coronare questo sogno dei folignati. Oggi possiamo affermare che ci sono buonissime possibilità di rivedere il capolavoro di Raffaello a Foligno subito dopo la mostra di Milano, magari in occasione della festa del Patrono San Feliciano'.

Fitta rete di contatti – 'Sono in contatto con i responsabili dei Musei Vaticani – aggiunge – e visto che il dipinto è uscito dalla Pinacoteca dopo i lavori di restauro siamo fiduciosi di portare a termine l’operazione'. Quello del presidente Metelli è stato un lavoro certosino e sottotraccia – si legge in una nota di Palazzo Candiotti – condotto attraverso una fitta rete di contatti, grazie anche ai buoni offici di tante autorità ecclesiastiche e di Padre Enzo Fortunato, direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, da sempre vicino alla Quintana.

Appello al Vescovo – 'Sono sicuro – conclude il presidente – che anche Sua Eccellenza Monsignor Gualtiero Sigismondi, sarà al nostro fianco per la realizzazione di questo importante progetto'. Metelli proprio in questi giorni ha aggiornato i magistrati ed il vicepresidente del comitato scientifico Luciano Piermarini, sullo stato dell’operazione.

Grande evento culturale – Quello di riportare, seppur temporaneamente, l’opera a Foligno è un progetto mai accantonato dal presidente dell'ente, Domenico Metelli, che proprio in questi giorni potrebbe finalmente realizzarsi. Si tratterebbe dell’ennesimo riconoscimento per la Quintana, che con questa operazione conferma il suo ruolo di primaria importanza e di grande impulso all’interno del panorama culturale cittadino. Ancora un regalo nell’ambito dei festeggiamenti per i quattrocento anni della grande festa di Foligno, un anno pieno di avvenimenti di spessore che hanno caratterizzato tutto il 2013 e non sono ancora terminati.

Protagonista a Milano – La Madonna di Foligno fino al 12 gennaio, sarà esposta nella Sala Alessi di Palazzo Marino a Milano, grazie alla sinergia tra il comune meneghino e l’Eni, che per il sesto anno consecutivo regala la fruizione di un capolavoro dell’arte ai milanesi. Il celebre dipinto, primo grande lavoro pubblico del pittore a Roma, fu commissionato nel 1512 al Maestro di Urbino dal folignate Sigismondo De’ Conti, segretario di Papa Giulio II, come pala d’altare di Santa Maria in Aracoeli a Roma e trasferito in seguito presso il convento dei Santi Anna e Francesco di Foligno.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!