Disastri in Europa, il ruolo dei Social | Workshop a Terni - Tuttoggi

Disastri in Europa, il ruolo dei Social | Workshop a Terni

Redazione

Disastri in Europa, il ruolo dei Social | Workshop a Terni

Ven, 05/11/2021 - 15:05

Condividi su:


Disastri in Europa, Provincia di Terni che partecipa in qualità di partner al progetto comunitario “Strenghthening Links"

Le emergenze di protezione civile nei disastri e il ruolo dei social media sarà il tema al centro del primo workshop europeo del progetto comunitario Links. Il workshop si terrà martedì prossimo dalle 9 in sala Secci del Consiglio provinciale e riguarderà nello specifico del territorio provinciale la Valnerina con i quattro comuni ternani interessati (Ferentillo, Arrone, Montefranco e Polino). L’iniziativa rientra fra gli impegni della Provincia di Terni che partecipa in qualità di partner al progetto comunitario “Strenghthening Links between technologies and society for European Disaster Resilience” nell’ambito del programma Horizon 2020 (Secure Societies).

Le attività di Protezione Civile su disastri

L’incontro, rivolto a tutti i soggetti del servizio nazionale di protezione civile, sarà incentrato sulle attività che verranno condotte nei prossimi mesi. La giornata di lavoro sarà suddivisa in quattro  momenti: Una prima parte dedicata al sistema regionale di protezione civile (Regione-Provincia-ANCI) per la presentazione delle ultime novità tecniche nel campo della pianificazione di protezione civile. Una seconda parte con l’introduzione al progetto Links con interventi dei principali attori coinvolti nello scenario italiano.

Coinvolta l’università di Firenze

Seguirà poi una terza parte con la tavola rotonda che metterà insieme istituzioni, enti ed organizzazioni di protezione civile per iniziare a dialogare dei temi al centro del progetto Links. L’ultima parte riguarderà lavori di gruppo condotti dall’Università di Firenze con il coinvolgimento e la partecipazione delle associazioni locali di protezione civile.

Il progetto Links sui disastri in Europa

Il progetto Links “Strengthening links between technologies and society for European disaster resilience” (Rafforzare i legami tra tecnologie e società per la resilienza ai disastri in Europa)  http://links-project.eu/   è uno studio completo sulla governance dei disastri in Europa. È iniziato nel mese di giugno 2020 e si concluderà nel dicembre 2023. Il progetto è finanziato dall’Unione Europea, nell’ambito dei progetti Horizon 20220. Links nasce dall’osservazione di come, negli ultimi anni, i social media e il crowdsourcing (la collezione di dati ed opinioni formulate da un gruppo di persone) siano stati integrati nella gestione delle crisi, al fine di migliorare la raccolta di informazioni e la collaborazione tra le comunità.

L’utilità dei Social Media nei disastri

Tuttavia, l’efficacia dei sistemi smcs (Social Media e CrowdSourcing) sui meccanismi di resilienza europea ai disastri rimane poco chiara. Links ha l’obiettivo di comprendere le esigenze, i vantaggi e le sfide dell’utilizzo dei social media e del crowdsourcing (ossia sistemi di partecipazione online nei quali gli utenti condividono idee, proposte e soluzioni) nei processi di gestione del rischio di disastri. Links si propone quindi di approfondire e valutare gli effetti dei sistemi SMCS sulle organizzazioni europee preposte alla gestione dei disastri. Per fare ciò, il progetto focalizza la sua attenzione sui seguenti aspetti specifici, riferiti alle Strategie per la riduzione dei disastri: Percezione del rischio; Vulnerabilità e Processi di gestione dei disastri; Tecnologie di comunità per affrontare i disastri.

Gli scenari di Links

Gli strumenti di Links saranno sviluppati e testati in cinque differenti scenari (sismico, alluvionale, industriale, terroristico e climatico), calati in ogni fase di gestione del disastro, in differenti contesti socioeconomici e culturali (Italia, Germania, Danimarca, Paesi Bassi). Per tale motivo, Links riunisce 15 partner in tutta Europa (Belgio, Danimarca, Germania, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi) e due partner esterni (Bosnia & Erzegovina, Giappone). Le azioni di progetto vedono coinvolte un’ampia varietà di soggetti, tra cui soccorritori, autorità pubbliche, organizzazioni della società civile, comunità imprenditoriali, cittadini e ricercatori di tutta Europa.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!