Covid-19, positivo giovane assisano tornato da una vacanza all'estero

Covid-19, positivo giovane assisano tornato da una vacanza all’estero

Redazione

Covid-19, positivo giovane assisano tornato da una vacanza all’estero

Il ragazzo si era sottoposto volontariamente a tampone | L'appello del sindaco Proietti
Ven, 14/08/2020 - 17:14

Condividi su:


Covid-19, positivo giovane assisano tornato da una vacanza all’estero

E’ un giovane tornato da una vacanza all’estero l’ultimo assisano risultato positivo al Covid-19. Il ragazzo, al rientro in Umbria, si era sottoposto volontariamente qualche giorno fa a tampone, risultato poi positivo.

Un caso simile a quello dei due giovani di Bastia Umbra anch’essi risultati positivi al Coronavirus.

Il giovane assisano si era messo in isolamento domiciliare volontario, prima che scattasse l’obbligo in base all’ordinanza del ministro Speranza per gli arrivi da Spagna, Grecia, Croazia e Malta.

Il sindaco Stefania Proietti ha firmato l’ordinanza con cui ha disposto per il ragazzo l’isolamento domiciliare. La comunicazione della sua positività al Covid-19 è giunta dall’autorità sanitaria.

Il sindaco a chi torna dall’estero: sottoponetevi al tampone

Il sindaco raccomanda tutti coloro che sono rientrati dall’estero a sottoporsi al tampone per contenere la diffusione del Covid-19: “Invito i cittadini che tornano da paesi esteri a segnalarlo immediatamente all’autorità sanitaria attraverso il numero 800.63.63.63 o per email a prevenzione@uslumbria1.it. In questa fase inoltre è importante non abbassare la guardia e adottare tutte le misure di sicurezza, dall’uso della mascherina al distanziamento sociale, a non favorire assembramenti né in luoghi aperti né in locali chiusi, Considerato l’alto afflusso di turisti per il Ferragosto e visto anche la diffusione del virus di recente nell’area de Sacro Convento con 18 positivi come amministrazione abbiamo adottato dei provvedimenti come l’impiego di volontari della protezione civile e di agenti della polizia locale per indirizzare i flussi e cartelli informativi per i visitatori a cui viene ricordato di indossare sempre la mascherina e disinfettare le mani”.

I novizi

Attualmente le persone in isolamento ad Assisi sono 38, dopo i casi dei 18 religiosi risultati positivi dopo che l’infezione è giunta presumibilmente tramite alcuni novizi asintomatici giunti dall’estero.