Coronavirus, primi casi a Narni e Stroncone - Tuttoggi

Coronavirus, primi casi a Narni e Stroncone

Redazione

Coronavirus, primi casi a Narni e Stroncone

C'è un caso di Coronavirus nel territorio comunale di Stroncone ed un altro a Narni. A renderlo noto i rispettivi sindaci
Sab, 14/03/2020 - 10:11

Condividi su:


C’è un caso di Coronavirus nel territorio comunale di Narni ed un altro a Stroncone. A renderlo noto sabato mattina sono i rispettivi sindaci, Francesco De Rebotti e Giuseppe Malvetani.

Un caso a Stroncone

“Desidero informare tutti i cittadini che mi ha telefonato ora il direttore del distretto sanitario per comunicarmi che, proprio nella prima mattinata, è arrivato il risultato di uno dei tamponi eseguiti a Stroncone (fino a ieri tutti negativi) ed abbiamo anche noi, come ormai diversi comuni della regione, il primo caso positivo per Covid19.
Ho ritenuto doveroso darne immediata comunicazione a tutti voi”.
Questo scrive il sindaco su Facebook.

Malvetani spiega dunque: “Io mi sto recando in Comune per attivare, come da procedura, il COC di Protezione Civile ed emettere l’ordinanza nei confronti di questo nostro concittadino. Invito tutti a mantenere la calma ed a rispettare ancor più scrupolosamente tutte le norme comportamentali ormai ben note. Nel corso della giornata vi darò eventuali aggiornamenti”.

Un caso positivo anche a Narni

Questa mattina sono stato avvertito dal servizio sanitario e per questo motivo sto per predisporre l’ordinanza di attivazione in isolamento contumaciale per una cittadina, residente a Narni, risultata positiva al COVID-19. La fonte di trasmissione risulta ad oggi esterna al territorio comunale e regionale”. Così il sindaco Francesco De Rebotti.


” Sono stati individuati i contatti avuti dal soggetto, i quali sono stati sottoposti cautelativamente in isolamento fiduciario.
La situazione è monitorata continuamente dal sottoscritto in stretta collaborazione con i servizi sanitari.
Si rinnova l’invito a tutta la cittadinanza ad osservare scrupolosamente le linee di comportamento emanate dal Governo e dalla Regione, soprattutto riguardo al divieto di spostamento che può avvenire soltanto per comprovate esigenze di lavoro, per necessità indifferibili e per importanti esigenze sanitarie
“.

(Aggiornato alle 10.45)

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!