Auguri Mister Castagner: il video dei suoi successi in campo e in panchina - Tuttoggi

Auguri Mister Castagner: il video dei suoi successi in campo e in panchina

Redazione

Auguri Mister Castagner: il video dei suoi successi in campo e in panchina

Ven, 18/12/2020 - 11:10

Condividi su:


Ottant’anni, la metà dei quali trascorsi sui campi di calcio, da professionista. Una carriera, quella di Ilario Castagner, caratterizzata da incredibili successi e qualche rammarico. Si tutti, quelli di non aver conquistato l’insperato Scudetto con quel Perugia dei Miracoli che però è entrato nella storia del calcio italiano per aver mantenuto, prima squadra, l’imbattibilità.

Ed al Grifo, dove ha militato da giocatore prima e da allenatore poi, per tre volte, e alla città di Perugia Ilario Castagner è rimasto sempre legato. Tanto da essere ormai perugino d’adizione, lui che è nato il 18 dicembre 1940 a Vittorio Veneto.

ILARIO CASTAGNER – IL VIDEO

Il video postato dal figlio Federico ripercorre i momenti più belli della splendida carriera di Ilario Castagner.

Castagner calciatore…

Da calciatore (dal ’61 al ’64 ha indossato appunto la maglia del Grifo, vincendo i cannonieri in terza Serie nel 1964). E poi da geniale allenatore. Una carriera, quest’ultima, iniziata nelle giovanili dell’Atalanta (già allora fucina di talenti) e decollata a Perugia, dove Castagner è rimasto dal 1974 al 1980, conquistando la Serie A e sfiorando appunto lo Scudetto.

… e geniale allenatore

Un calcio moderno che lo ha portato sulle panchine di club ambiziosi, come Milan e Inter, con cui esce dalla semifinale di Coppa Uefa al Bernabeau segnata dalla “famosa” biglia arrivata in testa a Bergomi.

E poi la felice esperienza ad Ascoli e la chiamata di Gaucci al Perugia. Nel 1993 per sostituire Novellino prima del trionfale ma amaro (perché vanificato dalla sentenza della giustizia sportiva) spareggio di Foggia con l’Acireale. E poi la nuova disperata chiamata di Gaucci e la fantastica rimonta terminata con il successo nello spareggio con il Torino e il ritorno in Serie A del Grifo.

Del Perugia Ilario Castagner è stato anche presidente onorario, dal 2005 al 2006, sotto la presidenza di Silvestrini.

Uno sportivo e un uomo che a Perugia e al Perugia non ha mai saputo dire di no.

Castagner, il Mister

“Buon giorno mister”. E’ il titolo che Ilario Castagner ha scelto per la sua biografia. E’ così infatti che, a Perugia, lo salutano tutti. In ogni luogo. E, del resto, Castagner, non solo a Perugia ma in tutta l’Umbria, è il mister per antonomasia, un appellativo che rappresenta in lui l’allenatore unico e inimitabile del Grifo. Il Mister ma potremmo dire il Maestro, colui che ha portato per due volte una città in paradiso insegnando calcio, ma non solo, portando i suoi alunni semisconosciuti, Curi, Vannini, Frosio, Rapajc, Nakata e tanti altri, nella elite del calcio stesso e, con loro, tutti noi, trasformati da popolo di appassionati, confinati in categorie anonime, in una tifoseria da grandi scenari. Un maestro che, con sapienza e intelligenza, ha trasportato tutti in nuove dimensioni. Come si conviene appunto ad un vero maestro. Ed è per questo che gli ottanta anni di Castagner, che oggi va a compiere, sono un evento cittadino e regionale”.

Queste le parole che il presidente della Provincia di Perugia, Luciano Bacchetta, nel rivolgere i più sentiti ed affettuosi auguri ad Ilario Castagner che oggi compie 80 anni.

L’imbattibilità del Grifo

“Un giorno di ricordi e di partecipata affettuosità, ma non contrassegnata da nostalgia alcuna, perché, Castagner, ha seminato un campo di successi tali, valga fra tutti l’imbattibilità del 1978-79, che sono ormai un patrimonio così impresso nel cuore dei tifosi, da rappresentare qualcosa che sentiamo tutti come continuamente presente, quasi che quei cosiddetti miracoli accompagnassero l’immagine del Grifo ogni volta che esce dagli spogliatoi. Insomma Castagner, potremmo dire, è a Perugia un’autentica istituzione, tanto che io come presidente della Provincia, potrei affermare, quasi celiando, che sto facendo gli auguri ad un’altra istituzione carica di gloria.

Quella foto con Pablito

Auguri dunque a Ilario, regista di un indimenticabile film, con una sceneggiatura formidabile popolata di grandi attori, calciatori, presidenti e dirigenti, come, permettetemi di dirlo, un mio caro concittadino, Silvano Ramaccioni che, di quel film, fu, per lungo tempo un protagonista”, conclude il presidente della Provincia di Perugia ricordando la partecipazione di Castagner al taglio del nastro della mostra di ricordi di cimeli e trofei sportivi dell’indimenticato “Pablito” Paolo Rossi lo scorso anno al Cerp della Rocca Paolina.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!