Turismo, PD “A Terni è ora di introdurre pacchetti e biglietti integrati con altri comuni”

Turismo, PD “A Terni è ora di introdurre pacchetti e biglietti integrati con altri comuni”

La proposta del capogruppo del Partito Democratico, Francesco Filipponi

“Il gruppo consiliare del Partito Democratico intende sottoporre all’attenzione della Giunta comunale la necessità di porre in essere un progetto turistico integrato con i comuni limitrofi (in modo particolare con quelli caratterizzati da una omogeneità paesaggistica con Terni), con l’obiettivo di promuovere la valorizzazione del significativo patrimonio culturale e turistico autoctono”. Lo scrive in una nota diffusa oggi a nome del gruppo consiliare del Pd a Palazzo Spada, il presidente del gruppo stesso Francesco Filipponi.
“Le peculiarità del territorio della conca ternana possono infatti essere ulteriormente valorizzate – continua la nota – se si realizzerà in modo ottimale tale sincrasia nel settore turistico, tenendo anche in considerazione le risorse culturali, architettoniche e paesaggistiche di altri enti locali della provincia”.

“Disegnare nuovi ponti turistici di dialogo dentro e fuori l’entroterra ternano garantirebbe inoltre un potenziamento di itinerari e circuiti capaci di facilitare i collegamenti e le comunicazioni logistiche tra i comuni della provincia.
Sono maturi, quindi, i tempi – sostiene il Pd – per pianificare una nuova offerta turistica comprensiva di pacchetti e biglietti integrati, a partire dal vicino Comune di Narni. Un’ulteriore implementazione di questo innovativo progetto turistico dovrebbe, infine, favorire l’organizzazione condivisa di eventi di animazione culturale e le interazioni dirette con le associazioni e gli operatori economici locali.
Proprio prendendo spunto dalla storia passata e recente di Terni – conclude la nota – bisognerebbe allora imparare a raccontare piuttosto che presentare il territorio, a sviluppare una cultura dell’accoglienza, ad incentivare le presenze e dilatare la permanenza media dei turisti attraverso un’offerta turistica poliedrica, flessibile, adatta ad ogni target e accattivante per tutti i gusti”.

Stampa