A Terni presentazione di “Non è colpa mia. Voci di uomini che hanno ucciso le donne”

A Terni presentazione di “Non è colpa mia. Voci di uomini che hanno ucciso le donne”

Alla Bct incontro con le autrici del libro che indaga sugli uomini colpevoli di omicidi di donne

Verrà presentato martedì 17 aprile ore 17 al caffè letterario della biblioteca comunale di Terni, il libro “Non è colpa mia. Voci di uomini che hanno ucciso le donne” ( Morlacchi editore, 2017). Un testo scritto a quattro mani da una giornalista, Vanna Ugolini e una psicologa psicoterapeuta, Lucia Magionami, “per capire – si legge nella quarta di copertina – cosa passa nella mente e nel cuore degli uomini che hanno ucciso le loro donne, per tentare di riconnettere esperienze di femminicidi alla realtà dei fatti ma, anche, al contesto culturale e al percorso psicologico che porta uomini normali a diventare assassini e a non assumersene, però, nel profondo, la responsabilità”.

Dalle interviste realizzate appare evidente come gli uomini che hanno ucciso le donne siano persone normali. Le autrici lo affermano con forza: non ci sono raptus, né scatti d’ira, il percorso verso il femminicidio è più lungo, lastricato di silenzi, di prigioni culturali, di diversi modi di intendere la vita, dell’incapacità di dare un nome ai sentimenti, alle situazioni e quindi di riconoscerle.
All’incontro, coordinato da Carla Arconte, dell’Irsum – Istituto per le ricerche storiche sull’Umbria meridionale, interviene Raffaella Mossa, del Centro Antiviolenza di Terni.

Lucia Magionami, psicologa e psicoterapeuta, dal 2003 lavora sulla tematica della violenza di genere. Oltre alla libera professione che svolge presso i suoi studi a Firenze e Perugia, si occupa di formazione e sensibilizzazione sulla tematica della violenza di genere. Attualmente fa parte dell’associazione “Libertas Margot” con sede a Perugia, la quale ha costituito, a livello regionale, il primo sportello di ascolto per gli uomini che agiscono violenza.

Vanna Ugolini, laureata in Economia, giornalista professionista, è vice-caposervizio alla redazione di Terni de “Il Messaggero”. Nel 2011, insieme al Siulp, (sindacato di polizia) ha prodotto un documentario verità sullo spaccio di droga a Perugia dal titolo Zbun. Cliente. Ha pubblicato diversi libri tra cui Tania e le altre. Storia di una schiava bambina (Stampa Alternativa, 2007), con cui ha vinto il Premio Le Ragazze di Benin City (2008) e Nel nome della cocaina (Intermedia Edizioni, 2011). È presidente dell’associazione Libertas Margot, composta da professionisti che si occupano di violenza di genere.

Stampa