Arrestati i ladri che scassinavano le saracinesche

Arrestati i ladri che scassinavano le saracinesche

La coppia è stata fermata a Perugia, dopo le razzie nei garage di settembre e ottobre

Erano diventati un incubo per gli abitanti della periferia folignate, che si sono ritrovati, per giorni, con le saracinesche scassinate ed i garage svuotati di ogni tipo di oggetti e materiali. Ma alla fine i due ‘predoni’ sono stati presi a Perugia, e per loro è stata disposta la custodia cautelare in carcere, dopo il fermo di polizia giudiziaria avvenuto la scorsa settimana.

Stande alle indagine infatti, la coppia avrebbe colpito anche nel territorio comunale di Foligno, oltre che ad Assisi, Bastia Umbria e nello stesso capoluogo umbro. Gli scassinamenti con saccheggio si sono verificati tra settembre e fine ottobre, quando anche sulle sponde del Topino era scattato una sorta di allarme generale. Prima venivano praticati dei tasselli accanto alla serratura delle porte basculanti dei garage condominiali, poi una volta fatto ingresso, veniva asportato un pò di tutto. Stando alle prime ricostruzioni, anche le due auto usate per le razzie sarebbero provento di furto.

La coppia era seguita da tempo anche con il gps ed intercettazioni telefoniche, la loro ‘attività’ si è conclusa a Perugia, in via Campo di Marte ed all’interno dell’auto sono state rinvenute anche le chiavi dell’altro veicolo e delle ricetrasmittenti.

Leggi anche Allarme-furti-garage-presi-mira-la-tecnica-del-tassello