Weekend con le Fiere di San Bartolomeo, ecco novità e conferme - Tuttoggi

Weekend con le Fiere di San Bartolomeo, ecco novità e conferme

Davide Baccarini

Weekend con le Fiere di San Bartolomeo, ecco novità e conferme

Da venerdì 25 a domenica 27 agosto attesi 111 operatori e quasi 90 banchi di merci, la Mostra del Bestiame resta all'Ansa del Tevere
Mar, 22/08/2017 - 15:14

Condividi su:


Come da tradizione, a fine mese, tornano a Città di Castello le Fiere di San Bartolomeo. Si parte venerdì 25 con le merci e, da sabato 27, all’Ansa del Tevere, arriva anche la Mostra del bestiame.

Saranno presenti 111 operatori con 20 capi di razza chianina esposti, oltre ai quasi 90 banchi delle merci a completare il quadro di un appuntamento imperdibile e molto amato da tutti i tifernati. A presentare per primo l’iniziativa l’assessore al Turismo e Commercio Riccardo Carletti, che ha ringraziato le numerose collaborazioni, tra cui la Regione (partner istituzionale), gli allevatori, l’Usl Umbria 1 Servizio Veterinario, le società rionali di Riosecco, Graticole e la pro loco di Piosina: “L’Umbria sta vivendo un momento difficile sul fronte turistico, Città di Castello non si tira indietro e garantisce il suo calendario di manifestazioni per dare un contributo alla ripresa di un settore strategico dell’economia regionale” ha aggiunto l’assessore.

Il ruolo più corposo e strutturale delle società rionali è la vera novità della fiera e apre una strada che nei prossimi anni dovrà essere percorsa con sempre maggiore convinzione

Su quest’ultimo punto è intervenuto anche il sindaco Luciano Bacchetta per sottolineare “il ruolo crescente che il volontariato sta acquistando nella gestione delle iniziative. “Le Fiere di San Bartolomeo – ha proseguito il primo cittadino – dalla loro riscoperta a inizio anni ’90 ad oggi hanno avuto un crescendo, soprattutto dal cambiamento della sede, accompagnato da qualche mugugno perché infrangeva la tradizione, ma rivelatosi funzionale, sia sul fronte della sicurezza sia su quello della migliore fruibilità dell’evento. L’Ansa del Tevere, dopo aver ottenuto l’agibilità, si avvia ad un’era di maggiore e più coerente utilizzo anche nell’orizzonte della nuova Mostra del cavallo che sarà allestita in questa area”.

L’esposizione zootecnica si dislocherà tra Piazzale Ferri e parco A. Langer. Le vie del centro storico, dove verranno disposti i banchi delle merci, sono via XI Settembre, via Mario Angeloni, Piazza Matteotti, Piazza Fanti e Piazza Gabriotti, secondo l’itinerario ormai consolidato e con qualche piccola modifica dovuta a esigenze di mobilità lungo la circonvallazione, in un fine settimana di forte afflusso e spostamenti. Il Parco accoglierà, in onore della tradizione, anche gli ultimi eredi di quei mestieri che hanno caratterizzato la storia dell’economia agricola e della famiglia contadina nell’Alto Tevere: il frustaiolo, l’intagliatore, gli impagliatori di sedie, la canestraia, il fabbro. Qui troveranno spazio le attività per i più piccoli con il laboratorio della cooperativa la Rondine, in collaborazione con il Comune e la ASL, e della Fattoria della Pecora Dora con le fattorie didattiche del territorio.

Il pezzo forte continueranno ad essere le degustazioni, quest’anno gestite sabato 26 e domenica 27 dal Centro di formazione professionale “G.B. Bufalini”, nel progetto del Piano di Sviluppo rurale della Regione Umbria “I prodotti e gli eventi del territorio”, dalle società rionali Graticole e Riosecco e dalla pro loco di Piosina. Sotto il Loggiato Gildoni Aistel, in collaborazione con 10 birrifici umbri, proporrà il Salone della Birra “Se non son malti…” e, nel pomeriggio di sabato 26 (16.30, presso L’Osteria), si parlerà di storia sociale della birra con Paolo Baliani di Umbriabirra. Ad annunciare queste novità è stato Sandro Pascarelli, presidente dell’Aistel, all’esordio nelle Fiere tifernati. Sempre sabato 26, in Largo Gildoni, alle 22.30 sarà estratta la Tombola degli Amici del cuore, preceduta dalla premiazione (ore 21) da parte del Comune degli atleti tifernati che si sono distinti nell’ultimo anno.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!